Friends: The Reunion è un prodotto ibrido, tra film, sitcom, show televisivo, in cui la nostalgia è la vera protagonista della serata

Per coloro cresciuti a pane e Friends, la reunion dei sei “amici” segna un momento magico e atteso da molto tempo. Ma anche chi ha imparato ad apprezzare la sitcom nel corso degli anni, guardando saltuariamente gli episodi in TV o tramite una full immersion grazie all’inserimento dello show nei cataloghi delle varie piattaforme di streaming, non può che avere grande curiosità per questo evento eccezionale. I numeri infatti sono da capogiro e ce li ricorda James Corden, presentatore di questa speciale reunion: Friends è stata vista più di 100 miliardi di volte.

Cifre che fanno spavento ma ci fanno ben comprendere l’affetto viscerale che gran parte dei telespettatori prova per i sei protagonisti dello show, ma anche viceversa.
Le stesse star di Friends hanno manifestato infatti grande hype per la reunion, e ora eccoli di nuovo tutti insieme su un divano, per la prima volta a più di 15 anni dall’ultima, storica puntata.

friends reunion sky

Rachel, Chandler, Monica, Phoebe, Joe e Ross arrivano uno alla volta sul set ricreato alla perfezione, entrando come fossero al Grande Fratello. Poi parte la sigla storica e affiora la pelle d’oca, per la prima volta. Ma non sarà l’unica in quest’ora e mezzo dell’evento trasmesso in Italia da Sky.

Adesso è ora che la reunion di Friends entri realmente nel vivo e i sei protagonisti si spostano in una location allestita per l’occasione, con un palco all’esterno e poco pubblico per le restrizioni attuali e il già citato Corden a presentare.

Il tempo inizia a scorrere con naturalezza, come durante le puntate della sitcom e il prodotto con cui abbiamo a che fare è probabilmente il più adatto a solleticare la nostalgia: un fantastico mix tra una lunga puntata della serie e uno uno show televisivo in cui anche per mezzo delle interviste ai creatori David Crane e Marta Kauffman ci viene raccontato come è nato Friends, come è avvenuta la scelta del casting, di determinate dinamiche e relazioni, quanto è stato importante e attivo il contributo del pubblico, e molto altro. Sembra di stare sul divano insieme a loro, chiacchierando con vecchi amici.

Ed è esattamente così, perché in un passaggio altamente emozionante assistiamo ad una carrellata di interviste a gente comune che ci rivela quanto sia stato importante Friends per loro.

“Non hanno idea dell’impatto che hanno avuto su questo mondo, perché hanno salvato la vita di tantissime persone e io sono tra queste”, dice col cuore in gola e visibilmente emozionata una ragazza.

Tuttavia tra i fan non ci sono soltanto persone “normali”, come noi, ma anche VIP come Beckham, che dichiara il suo grande amore per lo show.
E poi fanno improvvisamente il loro ingresso sul palchetto ospiti come Tom Selleck, Lady Gaga, Cindy Crawford ed anche Justin Bieber vestito da patate e Cara Delevingne da armadillo. Forse di questi ultimi due momenti non ne sentivamo particolarmente il bisogno.

Tra i passaggi senza dubbio più incredibili di tutta la serata c’è poi il momento in cui Corden decide di far scoperchiare ai sei friends il Vaso di Pandora, chiedendo se ci sono state relazioni tra di loro, fuori dal set. Ecco allora che si scoprono gli altarini, tra lo stupore generale, ma non vi sveliamo nulla di più per non rovinarvi la sorpresa.

friends reunion sky

Quello che emerge con forza dopo questa emozionante reunion è che al di là di un cast selezionato con cura, di puntate scritte alla perfezione e di un’idea di base ovviamente vincente ed eccezionale, il successo della serie è scaturito proprio dalla chimica tra i protagonisti, che col tempo sono diventati migliori amici e si vogliono un gran bene.
“Se due di noi si incontravano per caso a una festa, tutti gli invitati dovevano capire che per noi l’evento era finito. Si parlava soltanto tra noi”, commenta Matthew Perry, a un passo dalle lacrime. Lacrime che invece non trattengono Jennifer Aniston e Courteney Cox, tra le più emozionate.

E ne hanno ben donde, perché sanno che probabilmente questa è davvero l’ultima occasione per ritrovarsi tutti insieme davanti al grande pubblico, poiché con questa reunion Friends chiude davvero i battenti, definitivamente.

“È sempre triste quando qualcosa di bello finisce”, ci ricorda Marta Kauffman, ma siamo contenti di averlo vissuto con loro.
Grazie di tutto, davvero.

Nato e cresciuto a Roma, sono il Deputy Editor e Vice Direttore di Stay Nerd, di cui faccio parte quasi dalla sua fondazione. Sono giornalista pubblicista dal 2009 e mi sono laureato in Lettere moderne nel 2011, resistendo alla tentazione di fare come Brad Pitt e abbandonare tutto a pochi esami dalla fine, per andare a fare l'uomo-sandwich a Los Angeles. È anche il motivo per cui non ho avuto la sua stessa carriera. Ho iniziato a fare della passione per la scrittura una professione già dai tempi dell'Università, passando da riviste online, a lavorare per redazioni ministeriali, fino a qui: Stay Nerd. Da poco tempo mi occupo anche della comunicazione di un Dipartimento ASL. Oltre al cinema e a Scarlett Johansson, amo il calcio, l'Inghilterra, la musica britpop, Christopher Nolan, la malinconia dei film coreani (ma pure la malinconia e basta), Francesco Totti, i navigli di Milano (vabbè, so' un romano atipico), la pizza e la carbonara. I miei film preferiti sono: C'era una volta in America, La dolce vita, Inception, Dunkirk, The Prestige, Time di Kim Ki-Duk, Fight Club, Papillon (quello vero), Arancia Meccanica, Coffee and cigarettes, e adesso smetto sennò non mi fermo più. Nel tempo libero sono il sosia ufficiale di Ryan Gosling, grazie ad una somiglianza che continuano inspiegabilmente a vedere tutti tranne mia madre e le mie ex ragazze. Per fortuna la mia attuale sì, ma credo soltanto perché voglia assecondare la mia pazzia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui