La notizia dei prequel dedicata a Game of Thrones ha sicuramente riscosso l’attenzione dei fan. Ci sono state diverse reazione sia per il prequel annunciato che per quello annullato.

George R.R. Martin, autore della saga da cui è stato tratto Game of Thrones, ha parlato dello “stato di salute” dei numerosi spin-off in cui è coinvolto, iniziando da quello già ordinato.

“Confermo che si tratterà di un prequel, non un sequel. Nessuno dei personaggi o attori di Game of Thrones apparirà nel nuovo spettacolo. Tutti i nuovi show che abbiamo sviluppato sono prequel, come ho detto prima. Ciò che mette davvero il “PRE” in prequel, è il fatto che siano ambientati non novanta anni prima di Game of Thrones (come Dunk & Egg), o alcune centinaia di anni, ma piuttosto diecimila anni prima (beh, supponendo che i racconti orali dei First Men siano precise, ma ci sono dei maestri alla Cittadella che insistono su una datazione più recente). Siamo all’inizio del processo, ovviamente, con l’ordine del pilota appena arrivato, quindi non abbiamo ancora un regista, o un cast, o una location, o persino un titolo. Il mio voto sarebbe “The Long Night“, che dice tutto, ma sarei sorpreso se fosse lì che finimmo. Più probabilmente HBO vorrebbe inserire la frase “game of thrones” lì da qualche parte”.

Lo scrittore si è poi concentrato sugli altri tre progetti ancora in piedi. “Per quanto riguarda gli altri show… se avete seguito, saprete che abbiamo iniziato con quattro, e alla fine sono diventati a cinque. Uno di questi è stato accantonato, mi è stato dato di capire e, naturalmente, il pilota di Jane [Goldman ndr] si sta ora portando avanti. Ma questo non significa che gli altri siano morti. Altri tre prequel di ‘Game of Thrones’, ambientati in epoche diverse e con personaggi e trame diversi, rimangono in sviluppo attivo. Tutto ciò che mi viene detto indica che potremmo filmare almeno per un altro pilota, e forse più di uno, negli anni a venire. Dopotutto, abbiamo un intero mondo e decine di migliaia di anni di storia con cui giocare. Ma questa è la televisione, quindi nulla è certo”.

(fonte: BleedingCool.com)

 

No more articles