La settima stagione di Game of Thrones è stata flagellata dai leak. Ben due episodi sono stati rilasciati anzitempo e numerosi spoiler sono così circolati sulla rete prima della messa in onda. Senza contare l’attacco che, quasi un anno prima della settima stagione, aveva diffuso le intere sceneggiature.

Il responsabile dei leak è però stato trovato. Il suo nome è Behzad Mesri, ex hacker militare iraniano che, dopo aver trattato per anni di sistemi di software nucleari e infrastrutture israeliane, ha scelto di dedicarsi ai leak della serie ambientata a Westeros per denaro.

L’accusa degli avvocati del network HBO vede Mesri accusato di aver rubato materiale protetto a scopo di estorsione,  chiedendo un riscatto di 6 miliardi di dollari.

Malcelata la soddisfazione del rappresentate di HBO, l’avvocato Joon Kim. “Gli hacker credono di schermarsi dietro l’anonimato di una tastiera, ma alla fine l’inverno arriva anche per loro“.

Hbo, dopo gli ultimi attacchi, ha scelto di dare un giro di vite, mantenendo il massimo riserbo sulle trame. Specie per Game of Thrones, in vista dell’ottava e ultima stagione, le misure di sicurezza sono state ulteriormente aumentate. La perfetta riuscita della serie è considerata fondamentale per le sorti del network. Vedremo se le nuove misure si riveleranno efficiaci, in attesa di una stagione che potrebbe non arrivare prima di un altro anno.

(fonte: USAtoday.com)

No more articles