Dehaka si aggiunge ai Comandanti nelle missioni cooperative

StarCraft II si appresta ad accogliere tra le schiere dei Comandanti per le missioni cooperative il temibile Dehaka, che sarà acquistabile con l’arrivo della patch 3.17.
Dehaka è un capobranco primordiale Zerg proveniente da Zerus, un pianeta sito nella regione mediana della Via Lattea. Il motivo principale per cui gli Zerg primordiali combattono è l’assorbimento dell’essenza una volta sconfitto un nemico: grazie a questa caratteristica essi possono evolversi, accrescere la loro forza e acquisire nuove abilità. È su questo concetto che si basa la forza di Dehaka, che comunque sarà dotato di azioni base come muoversi sottoterra (attivabile solo nei cespugli), attirare a sé i nemici con la lunga lingua (tasto Q), e invulnerabilità per 2 secondi (tasto E).
Inoltre Dehaka, in qualità di Comandante, avrà il controllo diretto dell’unita eroica. Ma andiamo per gradi, in quanto il nuovo arrivo sarà dotato di diverse abilità e potrà contare su un’armata pericolosa composta da altri Zerg primordiali.

Nelle poche righe qui sopra appare già chiaro come l’Evoluzione sia la chiave per sfruttare al meglio Dehaka. Attraverso questo processo, il capobranco potrà accrescere alcuni parametri e mutare il proprio corpo per infliggere diverse tipologie di danni ai nemici, come attacchi incendiari (Soffio Ardente), attacchi dall’alto (Balzo) per colpire le unità di terra, o specifici contro quelle aeree (Allungo Mortale). A tutto questo si aggiungono anche le abilità legate all’Evoluzione, volte a dare dei malus ai nemici, come Ruggito imponente, un’azione che intimorisce quelli più vicini, rendendoli più lenti nei movimenti e negli attacchi, o ancora ad avere dei bonus, come aumentare la Corazza di 3 punti attraverso Rivestimento Chitinoso.

starcraft II dehaka gamescom

Una squadra di cui avere paura

L’Armata di Dehaka sarà composta da esseri primordiali, che faranno anch’essi affidamento all’Evoluzione. Esistono diverse categorie:

– Gli Zerg, combattendo tra di loro, possono evolversi in Ravosauro, il quale può curarsi grazie alla percentuale di danni inflitti. Possono inoltre evolversi per aumentare la portata d’attacco o fare danni aggiuntivi alle unità corazzate.

– Le Blatte primordiali possono rigenerare la vita molto più velocemente, e l’evoluzione permette loro di muoversi con maggiore rapidità. Esse possono a loro volta evolversi (sempre affrontandosi tra loro, in quanto è la chiave dell’evoluzione) o in Pirausta, per indirizzare maggiori danni alle unità leggere, oppure in Guardiano primordiale, che può ottenere un bonus alla velocità di attacco in base a quelli consecutivi andati a segno.

– Le Idralische primordiali sono dotate di velocità di movimento e hanno una portata d’attacco maggiore. Possono evolversi in Mutalisca primordiale che può contare su ben tre evoluzioni, ognuna delle quale consente di accrescere i danni alle unità aeree, subire danni ridotti mentre si è in movimento, e addirittura tornare in vita. Se questo non vi aggrada potete optare per l’evoluzione in Trafiggitore, capace di infliggere danni prolungati e usufruire dell’abilità Frollatura.

– Gli Ospiti primordiali possono generare le Locuste primordiali volanti, che piombano dall’alto per attaccare le unità terrestri. Possono evolversi in Ospiti Striscianti, che faranno affidamento su Locuste esplosive volanti, in grado di fare danni anche alle strutture.

– L’Ultralisca primordiale può evolversi per ottenere diverse azioni, come Carica brutale per attaccare le unità e infliggere danni ad area; rigenerazione della vita quando non si combatte; possibilità di stordire i nemici con gli attacchi da mischia. Infine, affrontandosi tra loro le Ultralische possono evolversi nel portentoso Tyrannozor, il quale è in grado di lanciare un ventaglio di aculei, infliggendo danni alle unità terrestri nemiche vicine, e può creare una corazza aggiuntiva alle unità alleate circostanti, oltre a stordire i nemici con gli attacchi da mischia, proprio come nello stadio evolutivo precedente.

starcraft II dehaka gamescom

Come detto all’inizio di questo articolo, Dehaka avrà il controllo diretto dell’Unità eroica, sulla quale può utilizzare numerosissimi potenziamenti dedicati per l’appunto alle evoluzioni, senza contare la possibilità di evocare Capribanco primordiali Zerg, tra i quali Glevig (utile negli attacchi a distanza), Murvar (per generare locuste e rallentare i movimenti avversari), o Dakrun (infligge grossi danni grazie alla carica). Ricordiamo infine che con la patch 3.17 Dehaka non sarà presente solo nel ruolo di Comandante nelle missioni cooperative, ma potrà essere utilizzato come Annunciatore, doppiato in italiano da Riccardo Rovatti.

No more articles