Quella lanciata dal Daily Star è un’indiscrezione clamorosa: Google sarebbe interessata ad entrare nel business del gaming, lanciando la propria console.

La voce nasce per via della recente assunzione del veterano dell’industria del videogioco, Phil Harrison, divenuto vice presidente e general manager del quartier generale californiano del colosso.

Harrison ha un’esperienza di 15 anni come capo degli studi videoludici di Sony, ed è stato fondamentale nello sviluppo del brand PlayStation, ed è stato per tre anni uno dei senior executive di Xbox.

E con la Game Developers Conference dietro l’angolo, sono diversi i giornalisti pronti a scommettere su un annuncio da parte di Google, di svelare un nuovo progetto riguardante il gaming: una nuova divisione della compagnia o, per l’appunto, una console proprietaria.

Voi che ne pensate? Sarebbe una ventata d’aria fresca che farà bene al mondo del gaming? O ormai la console war è ben radicata e ci sarebbe ben poco spazio per un altro contendente?

(Fonte: Daily Star)

Diplomato al liceo classico e all'istituto alberghiero, giusto per non farsi mancare niente, Gabriele gioca ai videogiochi da quando Pac-Man era ancora single, e inizia a scriverne poco dopo. Si muove perfettamente a suo agio, nonostante l'imponente mole, anche in campi come serie TV, cinema, libri e musica, e collabora con importanti siti del settore. Mangia schifezze che lo fanno ingrassare, odia il caldo, ama girare per centri commerciali, secondo alcuni è in realtà il mostro di Stranger Things. Lui non conferma né smentisce. Ha un'inspiegabile simpatia per la Sampdoria.