Vi era piaciuto Wendake?

Wendake è stato uno dei titoli più appaganti della scora stagione ludica e quindi, come d’uso, perché non dargli una bella botta con un’espansione ad hoc?

Ecco quindi Wendake – Nuovi Alleati.

Per chi non avesse provato il gioco “base”, ricordiamo che ci troviamo tra le tribù indiane dei Grandi Laghi durante gli scontri tra Inglesi e Francesi (e anche qualche colono americano), insomma nel film di Michael Mann: L’Ultimo dei Mohicani.
Per dirla meglio, noi siamo una di quelle tribù e dobbiamo cercare di prosperare ricavandoci il nostro “spazio vitale” e gestendo al meglio le risorse che abbiamo.

Un gioco con molte possibilità diverse per arrivare alla vittoria finale, quello che spesso viene chiamato il minestrone di punti, ma ben ambientato, con bella grafica e poi… di un autore italiano: Danilo Sabia.

L’espansione di fatto ci mette nelle condizioni di allearsi con i francesi e gli inglesi, dandoci così non più una semplice egemonia territoriale come nella versione “base” ma dei punti e delle azioni aggiuntive:

Commerciare con le navi europee – si sposta la nave alleata in un nuovo lago e anche una nostra canoa, così se si è il giocatore con più canoe nel lago si può commerciare con gli europei, scambiando pelli per fucili (nuova risorsa introdotta nel gioco).

Sfruttare le pattuglie militari europee – si muovono e possono essere piazzate come sentinelle a difesa dei nostri territori. Se il territorio ha la stessa bandiera della nazionalità pattuglia allora questa può attaccare sentinelle o pattuglie avversarie.

Spendere fucili – ottenete immediatamente 1 Punto Vittoria su uno dei due tracciati associati alla Nazione Europea con cui si è alleati.

C’è anche una modifica sulle tessere base per prendere punti in relazione ai fucili (la nuova risorsa) e per il progresso nelle alleanze.

wendake

L’espansione è particolarmente indicata per chi ha già avuto modo di sviscerare il gioco così da trovarsi di fronte a side totalmente nuove e dare un senso ancor più storico al titolo.

Personalmente vi consiglio di giocare prima qualche partita alla versione base che già di per se offre un’esperienza appagante.

Materiali in linea con il titolo iniziale, ottimi, grafica ben fatta e ulteriore bonus: le illustrazioni delle due scatole affiancate danno vita ad un unico disegno.

Buon divertimento!

Articolo a cura de La Tana dei Goblin

No more articles