Un’edizione davvero speciale

Il capolavoro di Steven Spielberg, Incontri ravvicinati del terzo tipo, cult della fantascienza datato 1977, torna sulle nostre TV in home video grazie ad una straordinaria versione restaurata in occasione del 40° anniversario del film.
Da veri cinefili siamo impazziti di gioia nel visionare questa edizione blu-ray, per altro ricchissima di contenuti extra. Buona parte di noi, lettori compresi, quando uscì il film non era ancora nei pensieri dei nostri genitori, eppure il nostro animo nerd ci ha spinto a recuperarne la visione non appena ci è stato possibile. È anche per questo che non riuscivamo a tenere a freno il nostro entusiasmo nel dover visionare e recensire questo fantastico home video.

Scheda Tecnica:

Dischi: 2
Formato: Blu-Ray disc standard
Video: formato panoramico HD/ 2.39:1 1980 X 1080p.
Audio: ita, eng, spa 5.1 DTS-HD MA
Sottotitoli: ita, eng, spa
Durata v. Cinema: 135 minutica ca.
Durata v. Speciale: 132 minuti ca.
Durata v. Director’s cut: 137 minuti ca.
Extra: Tre tipi di incontri ravvicinati; Gli home video di Steven & gli scarti; Documentario realizzazione incontri ravvicinati del terzo tipo; Steven Spielberg: 30 anni di incontri ravvicinati; Featurette del 1977: “Occhi al cielo”; Scene eliminate; Ampia galleria fotografica; Storyboard a confronto; Trailer Cinematografico.
Durata extra: 205 minuti ca.

Il Disco

L’edizione speciale distribuita per il 40° anniversario del film ci viene presentata all’interno di un normalissimo cofanetto blu-ray, in cui troviamo subito la prima fantastica sorpresa, non annunciata dalla solita scritta in copertina: 2 dischi! Ed uno dedicato interamente agli extra, per oltre 200 minuti di surplus!
Una volta inserito il blu-ray nel lettore, ci troviamo di fronte ad un classico menu che ci fa scegliere tra il rapido avvio alla visione, la scelta delle lingue, la selezione delle scene e i contenuti speciali. Avendo a disposizione un intero disco dedicato agli extra, qui per contenuti speciali si intende la possibilità di vedere il film con la funzione “Uno sguardo dall’alto“, che attiva l’inserimento di pop-up grafici che ci spiegano le differenze della special edition e della Director’s Cut con la versione cinematografica.
Passando all’aspetto puramente grafico, diciamo subito che abbiamo per prima cosa visionato  il film nella sua versione originale. Si tratta di una’opera che, appunto, compie 40 anni e nonostante i restauri è evidente sullo schermo tutta la grana della pellicola, ma non possiamo far altro che constatare quanto questo sia un bene e quanto ci riporti con la mente ad atmosfere e tempi che non abbiamo vissuto, ma che in questo periodo particolare in cui gli anni ’80 sono tornati auge come non mai, ci regalano una bellissima sensazione di nostalgia.
Ad ogni modo il trasferimento in blu-ray non fa perdere la grana ma sistema le imperfezioni, e assottiglia il contrasto per quel che può, con livelli di neri che si mantengono molto bene (sia nella versione speciale che in quella originale) ed il dettaglio è più che buono nonostante perda, naturalmente, sui primi piani.

Audio

L’audio è sicuramente tra i punti di forza di questa riedizione. Il DTS-HD Master Audio irrompe nei nostri schermi con una potenza inaspettata. I bassi si percepiscono e sono stupefacenti, e in un film dove il caos regna in diverse sequenze è davvero un piacere notare quanto si riescano invece a distinguere abbastanza facilmente i suoni, e di tutto questo dobbiamo semplicemente ringraziare Sony per l’ottimo lavoro svolto.

Extra

Con tanta adrenalina in corpo, passiamo subito al disco dei contenuti aggiuntivi. Come abbiamo detto ci sono circa 205 minuti dedicati esclusivamente agli extra, tutti assolutamente interessanti. Tra questi andiamo a vedere subito “Tre tipi di incontri ravvicinati”, con Spielberg, J.J. Abrams e Villeneuve che parlano del film. Probabilmente questo è uno dei surplus più significativi per gli amanti del cinema, ma davvero stavolta Sony si è sbizzarrita fornendo extra per tutti i gusti.

Incontri ravvicinati del terzo tipo recensione Blu-Ray

Verdetto:

Sony festeggia alla grande i 40 anni di Incontri ravvicinati del terzo tipo, di Steven Spielberg. L’edizione Blu-ray da noi visionata è a dir poco eccezionale sotto ogni aspetto. Il cofanetto contiene due dischi, di cui uno totalmente dedicato agli extra, per un totale di circa 205 minuti, tutti da vedere.
Il disco dedicato al film invece ci offre la possibilità di vederlo in tre differenti versioni, quella normale cinematografia, quella speciale e la Director’s cut, ma in tutte vi è un accurato restyling che mantiene comunque il fascino della grana della pellicola. L’audio è strepitoso, col suo DTS-HD Master Audio.
In sostanza, un’edizione che fan e cinefili non possono lasciarsi sfuggire, anche perché il prezzo è davvero invitante.

Nato e cresciuto a Roma, sono il Deputy Editor e Vice Direttore di Stay Nerd, di cui faccio parte quasi dalla sua fondazione. Sono giornalista pubblicista dal 2009 e mi sono laureato in Lettere moderne nel 2011, resistendo alla tentazione di fare come Brad Pitt e abbandonare tutto a pochi esami dalla fine, per andare a fare l'uomo-sandwich a Los Angeles. È anche il motivo per cui non ho avuto la sua stessa carriera. Ho iniziato a fare della passione per la scrittura una professione già dai tempi dell'Università, passando da riviste online, a lavorare per redazioni ministeriali, fino a qui: Stay Nerd. Da poco tempo mi occupo anche della comunicazione di un Dipartimento ASL. Oltre al cinema e a Scarlett Johansson, amo il calcio, l'Inghilterra, la musica britpop, Christopher Nolan, la malinconia dei film coreani (ma pure la malinconia e basta), Francesco Totti, i navigli di Milano (vabbè, so' un romano atipico), la pizza e la carbonara. I miei film preferiti sono: C'era una volta in America, La dolce vita, Inception, Dunkirk, The Prestige, Time di Kim Ki-Duk, Fight Club, Papillon (quello vero), Arancia Meccanica, Coffee and cigarettes, e adesso smetto sennò non mi fermo più. Nel tempo libero sono il sosia ufficiale di Ryn Gosling, grazie ad una somiglianza che continuano inspiegabilmente a vedere tutti tranne mia madre e le mie ex ragazze. Per fortuna la mia attuale sì, ma credo soltanto perché voglia assecondare la mia pazzia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui