Una bomboniera

Nel giugno scorso le sale cinematografiche hanno accolto Jurassic World: Il regno distrutto, nuovo capitolo del franchise di successo nonché sequel del film del 2015.
Questa volta la regia è stata affidata a Bayona, dando continuità alla storia grazie alla sceneggiatura di Colin Trevorrow, che è anche il produttore esecutivo, insieme ovviamente a Steven Spielberg.

Il film, di cui vi abbiamo parlato a suo tempo nella nostra recensione, è ormai disponibile anche per la distribuzione home video, e noi abbiamo avuto modo di visionare l’edizione blu-ray.

UNBOXING COLLECTOR'S EDITION JURASSIC WORLD IL REGNO DISTRUTTO

UNBOXING COLLECTOR'S EDITION JURASSIC WORLD IL REGNO DISTRUTTOApriamo insieme l'edizione limitata di Jurassic World: Il Regno Distrutto, contentenente due portachiavi Funko Pop!Qui trovate la nostra recensione del Blu-Ray: https://www.staynerd.com/jurassic-world-il-regno-distrutto-recensione-blu-ray/www.staynerd.com

Julkaissut Stay Nerd Maanantaina 29. lokakuuta 2018

 

Scheda Tecnica:

Video: 1080/p HD Widescreen 2.39:1

Audio: Eng DTS-X MA; ita, hindi DTS-HD High Resolution audio 7.1; deu DTS-X; tur DTS digital surround 5.1

Sottotitoli: ita, eng n/u, hindi e turco

Il Disco

Ci troviamo di fronte ad uno dei più classici blu-ray, dal packaging minimale, standard e privo di cover e al cui interno troviamo il disco contenente il film.

Passando alla visione, riscopriamo la brillante fotografia di Oscar Faura, che avevamo già potuto apprezzare al cinema e che mantiene un’ottima resa in questo trasferimento blu-ray.
Il livello di dettaglio è elevato e possiamo ammirare la lucentezza e la cura del particolare negli abiti come nei volti dei protagonisti, fino alle tante accortezze della scenografia del maestro Andy Nicholson. Il Regno Distrutto, soprattutto nella prima parte del film, è un trionfo di flora e fauna giurassica, nella maniera quantitativamente più grande di sempre.
Il tripudio di cromie sull’isola ci regala dei verdi intensi per ciò che riguarda la vegetazione, così come le sfumature rosso-arancio della lava vulcanica, mentre nella seconda parte del film notiamo con piacere che il livello di dettaglio non si abbassa particolarmente nemmeno nelle sequenze in notturna.

Audio ed Extra

Per quanto riguarda il sonoro, in lingua inglese disponiamo del top di gamma, ovvero il DTS:X Master Audio. L’audio è avvolgente, circonda lo spettatore e data la tipologia di film consigliamo a tutti questo tipo di visione, eventualmente supportata dai sottotitoli in italiano. Già dalle prime scene, nei fondali marini, distinguiamo in maniera netta i suoni acquatici e tale profondità sarà il leitmotiv di tutta l’opera, soprattutto nelle scene più action, dove tuttavia percepiremo nettamente la distizione tra i vari tipi di rumore e, più in generale, tra rumore e parlato.

In ogni caso specifichiamo che anche l’audio destinato alla lingua italiana, ovvero il DTS-HD High Resolution audio 7.1, risulta di altissimo livello qualitativo.
A tutto ciò aggiungiamo un elemento importante, ovvero la sublime colonna sonora di Michael Giacchino.

Infine, questa versione blu-ray si dimostra non da meno anche per ciò che riguarda gli extra che – come si pretende un prodotto del franchise Jurassic Park – appagano il fan sia per la quantità che per la qualità.

Verdetto

Nonostante un packaging minimale e classico, questa versione blu-ray di Jurassic World – Il regno distrutto è una vera bomboniera. Il comparto video è eccellente ed esalta la fantastica tavolozza di colori del film e i tanti dettagli, e non solo nei primi piani. Il sonoro è sublime, soprattutto l’avvolgente DTS:X MA in inglese, che ci lascia apprezzare tra l’altro la soundtrack di Giacchino. Extra di qualità e quantità.

Se vi piace Jurassic World – Il regno distrutto…

Ci auguriamo che abbiate visto i precedenti film della saga, ma in ogni caso potete recuperarli in questa fantastica collectionTra i recenti film di genere invece vi suggeriamo la visione di Kong – Skull Island (qui la nostra recensione).

Nato e cresciuto a Roma, sono il Deputy Editor e Vice Direttore di Stay Nerd, di cui faccio parte quasi dalla sua fondazione. Sono giornalista pubblicista dal 2009 e mi sono laureato in Lettere moderne nel 2011, resistendo alla tentazione di fare come Brad Pitt e abbandonare tutto a pochi esami dalla fine, per andare a fare l'uomo-sandwich a Los Angeles. È anche il motivo per cui non ho avuto la sua stessa carriera. Ho iniziato a fare della passione per la scrittura una professione già dai tempi dell'Università, passando da riviste online, a lavorare per redazioni ministeriali, fino a qui: Stay Nerd. Da poco tempo mi occupo anche della comunicazione di un Dipartimento ASL. Oltre al cinema e a Scarlett Johansson, amo il calcio, l'Inghilterra, la musica britpop, Christopher Nolan, la malinconia dei film coreani (ma pure la malinconia e basta), Francesco Totti, i navigli di Milano (vabbè, so' un romano atipico), la pizza e la carbonara. I miei film preferiti sono: C'era una volta in America, La dolce vita, Inception, Dunkirk, The Prestige, Time di Kim Ki-Duk, Fight Club, Papillon (quello vero), Arancia Meccanica, Coffee and cigarettes, e adesso smetto sennò non mi fermo più. Nel tempo libero sono il sosia ufficiale di Ryn Gosling, grazie ad una somiglianza che continuano inspiegabilmente a vedere tutti tranne mia madre e le mie ex ragazze. Per fortuna la mia attuale sì, ma credo soltanto perché voglia assecondare la mia pazzia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui