Alla scoperta di alcuni dei videogiochi di supereroi più belli mai pubblicati fino a oggi

I supereroi (o i supercattivi perché no) sono alcuni dei personaggi finzionali più amati da quando l’uomo ha imparato, o forse sarebbe meglio dire scoperto, quanto fosse bello raccontare e quanto fosse ancora più bello inventare; più precisamente inventare storie fantastiche per far esplodere l’immaginazione ed esasperare l’inventiva verso creazioni dell’assurdo e dell’impensabile.

I supereroi siamo noi come saremmo voluti essere da bambini, siamo noi come figurazioni virtuali delle nostre paure e delle nostre debolezze. Sono, forse, il prodotto dei nostri sogni.
E proprio il videogioco, come iterazioni o matrice onirica, è quel luogo in cui, ora più che mai, quelle fantasticherie assumono vita. Per questo motivo, cosa c’è di meglio se non di un elenco fresco fresco dei migliori videogiochi di supereroi in questi giorni di quasi estate?

Migliori videogiochi di supereroi: Captain America and The Avengers (1991-93)

migliori videogiochi supereroi

Pubblicato un po’ ovunque dal 1991 al 1994 (parliamo, infatti, di Coin-op, NES, Mega Drive, SNES, Game Gear e per finire anche Game Boy), Captain America and The Avengers è un picchiaduro a scorrimento assimilabile ai grandi classici del genere.

Pur non spiccando in termini di gameplay o per soluzioni tecnologiche avveniristiche, l’elemento di maggiore pregio va rintracciato nell’attenzione data ai personaggi e alla loro caratterizzazione. Soprattutto nei confronti di quei supereroi, comprimari e cattivoni annessi, che fino a quel momento non spiccavano in termini di popolarità e diffusione presso il grande pubblico – superappassionati di comics esclusi, ovviamente. Insomma, in un tempo in cui Captain America e compagni non erano così famosi come al giorno d’oggi, fu senz’altro piacevole godere di un videogioco capace di dare risalto a queste figure.

Batman Returns (1993)

migliori videogiochi supereroi

Sulla scia dell’omonimo film diretto da Tim Burton, Batman Returns può essere considerato un tie-in salsa picchiaduro a scorrimento laterale pubblicato un po’ ovunque. Se l’appartenenza a un genere così diffuso non contribuirono di certo a rendere il titolo fra i più originali in circolazione, fu proprio il debito con la creatura burtoniana a determinarne il successo e il livello qualitativo finale.

Gli sviluppatori, infatti, dimostrarono una grande capacità nell’unire un gameplay solido e divertente alle ambientazioni e scene prese direttamente dal lungometraggio. Nei panni di Batman, all’interno di sette livelli, avremo l’onere di difendere Gotham City e il piacere di sconfiggere Pinguino e i suoi sgherri. Ad accompagnare l’intera avventura una splendida colonna sonora adattata da quella del film, composta originariamente dal musicista Danny Elfman.

Migliori videogiochi di supereroi: Spider-Man and Venom: Maximum Carnage (1994)

migliori videogiochi supereroi

Se un libro non va giudicato dalla copertina, per Spiderman and Venom: Maximum Carnage possiamo fare un’eccezione. Quello che può essere benissimo considerato come uno dei migliori titoli di Spider-Man e una delle migliori operazioni cross-mediali dal fumetto al videogioco di sempre, aveva, per quanto riguarda l’edizione SNES (il titolo è stato uscito anche per Sega Megadrive) un plus non da poco: la cartuccia, infatti, invece di essere grigia come di solito, ha una colorazione rosso sangue. Un aspetto superfluo, certo, ma che chiarisce fin da subito la cura per il dettaglio che caratterizza questa pubblicazione.

Non da meno l’attenzione riposta per storia e comporto tecnico-artistico: seguendo pedissequamente l’arco narrativo in cui Spider-Man e Venom combattono Carnage e i suoi solidali, il solito gameplay da picchiaduro a scorrimento si fonde perfettamente con uno stile grafico decisamente ispirato e con la presenza di scene di intermezzo semi-animate a legare i vari livelli con scene prese direttamente dal fumetto. Un connubio davvero azzeccato.

The Adventures of Batman & Robin (1994)

migliori videogiochi supereroi

Fra le migliore cose “capitate” a Batman negli anni Novanta, insieme ai due film di Tim Burton, possiamo nominare la serie animata Batman: The Animated Series a opera di Eric Radomsky e Bruce Timm del 1992. Una serie tv dalle forti tinte crime e noir, fra le migliori produzioni sull’uomo pipistrello di sempre.

E fu proprio Konami che, contagiata dalla bontà della serie, nel 1994 decise di dare la sua particolare interpretazione (su SNES e su Mega Drive, Sega CD e Game Gear con qualche differenza) sviluppando The Adventures of Batman & Robin.

Un onesto platform con elementi da picchiaduro a scorrimento, come il periodo vuole, direttamente ispirato ad alcuni degli episodi del cartone animato. La spettacolarità degli scontri e un comparto grafico di tutto rispetto chiudono il cerchio di questa eccellente produzione.

Spider-Man (2000)

migliori videogiochi supereroi

Se l’epoca 2D è caratterizzata, per quanto riguarda i titoli d’ispirazione supereroistica, principalmente da platform e picchiaduro a scorrimento laterale, con l’avvento della prima Playstation la grafica tridimensionale entra prepotentemente nell’immaginario collettivo e, soprattutto, nel ventaglio delle possibilità in possesso dagli sviluppatori.

Ed è per questo che, per avere un primo vero assaggio di cosa potesse realmente significare vestire i panni dell’uomo ragno all’interno di uno spazio tridimensionale aperto e “open-world”, abbiamo dovuto aspettare il 2000 e Spider-Man sviluppato da Neversoft per Playstation 1.

Se le rinnovate possibilità offerte al giocatore, come scalare le pareti e lanciarsi in voli funambolici fra i grattacieli di New York appesi alle nostre ragnatele, non dovessero bastare per legittimare la presenza del titolo in questa raccolta, è importante sottolineare lo spirito “da fan” che permea l’intero gioco: grazie al supporto per i CD, infatti, gli sviluppatori hanno potuto inserire un doppiaggio audio davvero in linea con il fumetto originale, pieno di battute impertinenti, citazioni ed easter egg per la gioia di tutti gli appassionati.

Migliori videogiochi di supereroi: Astro Boy: Omega Factor (2003)

migliori videogiochi supereroi

Forte di un solido gameplay e di un comparto tecnico più che adeguato al piccolo schermo del Game Boy Advance, Astro Boy: Omega Factor, sviluppato nel 2003 da Tresure, è un titolo che si catapulta indietro nel tempo e riprende la scia dei picchiaduro a scorrimento per offrirci un’avventura galvanizzante in perfetto stile Osamu Tezuka.

Fra combattimenti melee, attacchi speciali e orde di nemici da abbattere, c’è posto anche per una trama variegata e decisamente adulta, soprattutto per i temi trattati che spaziano dalla politica, ai conflitti sociali, passando per i diritti dei robot in contrasto con i diritti degli umani, il post-nucleare, gli stermini di massa e i viaggio del tempo con tutto ciò che ne consegue.

Viewtiful Joe (2003)

migliori videogiochi supereroi

Viewtiful Joe, come per Astro Boy, è uno dei pochi titoli estranei agli universi finzionali creati dalla Marvel e/o dalla DC Comics capace di meritarsi un posto merita all’interno di una classifica dei migliori videogiochi di supereroi.

Ideato dal geniale Hideki Kamiya (ai tempi del mai troppo lodato Clover Studio) nel 2003, il titolo si presenta come un picchiaduro a scorrimento dal gameplay dinamico, apparentemente superficiale ma dall’animo profondo e complesso, con una veste grafica in cell-shading allo stato dell’arte in grado di sintetizzare (e di parodizzare) alla perfezione l’estetica comics a cui si ispira. A supporto di questa magnificenza una storia postmoderna, funzionale quanto divertente, in cui Joe, un eroe per caso, si trova a dover salvare la propria ragazza dalle grinfie del cattivone protagonista del film che stavano vedendo al cinema.

Migliori videogiochi di supereroi: X-men Legends (2004)

migliori videogiochi supereroi

Titolo meno conosciuto dei “sequel spirituali” Marvel: La Grande Alleanza 1&2, X-Men Legends è un action-RPG del 2004 sviluppato da Raven Software da molti considerato come uno dei migliori titoli con protagonisti i mutanti guidati da Charles Xavier.

Uno dei motivi principali a sostegno di questa tesi è il ridotto numero di personaggi utilizzabili (quattro avatar che possono essere scambiati nei punti di salvataggio sparsi all’interno delle mappe di gioco) che, invece di porsi come un limite per quanto concerne la varietà e le meccaniche di gameplay di questo dungeon crawler, garantiscono una maggiore focalizzazione e un’attenzione ai dettagli impensabile in presenza di un roster di supereroi ben più ampio da utilizzare.

Un’operazione di sintesi vincente in grado di donare compiutezza e divertimento a un gameplay decisamente classico nelle sue meccaniche di base.

The Punisher (2005)

migliori videogiochi supereroi

Sviluppato da Volition Inc., The Punisher è un action-adventure in terza persona che mescola sparatorie a elementi stealth pubblicato nel 2005 per Playstation 2, Xbox e PC (è presente anche una versione per cellulari uscita l’anno prima). Probabilmente il migliore, e per questo degno di presenziare fra i migliori videogiochi di supereroi, dedicato all’iconica quanto ambigua figura di Frank Castle.

Ispirato per metà all’omonimo film uscito lo stesso anno e per l’altra metà agli eventi narrati negli albi “Vol. 4” del 2000 e “Vol. 5” del 2001, The Punisher cerca, nell’alternare fasi action dall’alto tasso di violenza a momenti stealth estremamente brutali, e nella pause narrative delle cut-scene, di restituire la complessità di un antieroe psicologicamente complesso e controverso mettendo in mostra le sue azioni e indagando nel profondo della sua morale e della sua personalità borderline.

Un titolo imperdibile per i fan del Punitore.

Migliori videogiochi di supereroi: X-Men Origins: Wolverine (2009)

migliori videogiochi supereroi

A dispetto del film a cui vagamente si ispira (senz’altro uno dei peggiori dei film dedicato all’eroe con gli artigli), X-Men le origini: Wolverine, pubblicato nel 2009 e sviluppato da Raven Software, entra di diritto fra i migliori videogiochi di supereroi di sempre.

Un tie-in riuscitissimo (soprattutto nella versione Uncaged Edition: quella PEGI 18 con sangue, viscere, budella e tutto il resto insomma) appartenente al genere degli action-adventure in terza persona che, pur non godendo della raffinatezza e della stratificazione dei campioni di riferimento, poggia su un solido gameplay e su una storia dall’alto tasso di spettacolarità e non solo funzionale allo smembramento dei nemici di turno.

Fra passato e futuro, Wolverine dovrà scontrarsi con alcune delle sue storiche nemesi, come Sabretooth o il colonnello Stryker, facendo affidamento sulle sue abilità e sui suoi poteri rigenerativi che, letteralmente, si mostreranno al giocatore in tutta la loro efficacia

Serie Arkham (2009-2015)

migliori videogiochi supereroi

Impossibili da non inserire, molto difficile stilare una classifica interna. I titoli della serie Arkham non solo segnano un punto di svolta per quanto riguarda i migliori videogiochi di supereroi, ma rappresentano anche una delle vette videoludiche raggiunte dal genere action-adventure in terza persona all’interno del medium tutto.

Fin dal primo episodio della serie del 2009, che ormai conta due sequel e un prequel per un totale di quattro capitoli, Rocksteady Studios è riuscita a sconvolgere il settore: non solo riuscendo a produrre un contenuto pienamente godibile anche se profani o invisi all’universo narrativo di riferimento (un ottimo titolo e non solo un ottimo titolo di Batman per farla breve), ma anche nell’aver portato a compimento un processo transmediale di assoluto valore anche se confrontato con i migliori film, serie animate e fumetti dedicati all’uomo pipistrello.

I meriti vanno rintracciati nel sorprendente feeling legato a un combattimento immediato ma sempre divertente, capace di fare scuola e influenzare molte altre produzioni; a un’estetica cupa, gotica e tecnicamente sul pezzo e a una scrittura di tutto rispetto che immerge il giocatore in una ambientazione viva, credibile e perfettamente in linea con quanto ci aspetteremmo da una Gotham City tridimensionale e liberamente esplorabile (non tanto nel capostipite quanto nei sequel). Da segnalare l’attenzione riposta alla creazione di una solida main quest, ma anche alle varie missioni secondarie spesso validissime sia in termini di meccaniche di gameplay discrezionali che di spessore della storia raccontata.

Migliori videogiochi di supereroi: Ultimate Marvel Vs Capcom 3 (2011)

migliori videogiochi supereroi

Quinto capilo della serie Marvel Vs Capcom inaugurata negli anni Novanta, Ultimate Marvel Vs Capcom 3, è l’edizione migliorata e corretta della versione vanilla da noi scelta per occupare uno degli slot disponibili in questa lista dei migliori videogiochi di supereroi.

Come da tradizione si tratta di un picchiaduro 2.5D che mette insieme i più iconici eroi Capcom con i supereroi Marvel, per un totale di quarantotto (trentasei originali più i dodici aggiunti con la Ultimate) personaggi utilizzabili. Da Iron Man a Dottor Strange, passando per Ryu e Jill Valentine, ognuno con il proprio, vastissimo, repertorio di spettacolari mosse con tanto di “carte abilità” in grado di sbloccare potenziamenti speciali.

Il bilanciamento non proprio eccezionale viene mitigato proprio dalla gargantuesca offerta in termini di combattenti utilizzabili e stili di combattimento. Una gioia per tutti gli amanti dei picchiaduro e dei supereroi Marvel.

Migliori videogiochi di supereroi: DC Universe Online (2011)

migliori videogiochi supereroi

Sviluppato da Sony Online Austin e pubblicato inizialmente nel 2011 per Playstation 3 e PC (per poi sbarcare progressivamente anche su Playstation 4, Xbox One e Nintendo Switch), DC Universe Online è un MMORPG free-to-play con una spiccata attitudine action ambientato, senza sorprese, nell’universo DC.

Al giocatore viene data la possibilità di creare un eroe o un criminale, di personalizzarne l’aspetto, sceglierne la tipologia di poteri e un mentore. Le scelte intraprese influenzeranno il nostro allineamento e la città da cui partire per svolgere le numerosissime missioni principali e secondarie.

Non mancheranno gli incontri con i tantissimi personaggi presenti, fra cui i principali supereroi o i super-criminali della scuderia DC, come Batman, Superman, Joker o Lex Luthor.

Un titolo che merita di essere menzionato per la peculiarità della struttura di gioco e la possibilità di condividere innumerevoli avventure in compagnia di altri giocatori e dei nostri supereroi preferiti. Un must per chi ama i personaggi DC ma non vuole imbattersi in un MMORPG troppo esigente e complesso da assimilare.

Guardians of the Galaxy: The Telltale Series (2017)

migliori videogiochi supereroi

Per quanto riguarda Guardians of the Galaxy: The Telltale Series, non c’è molto di cui dire: altro non è che una nuova avventura grafica episodica in stile Telltale (un modus operandi che abbiamo imparato a conoscere dal primo The Walking Dead) a tema Guardiani della Galassia.

Ispirato ai fumetti e ai due film, presenta una trama originale in cui avremo principalmente il controllo di Star-Lord, con la possibilità di assumere il controllo degli altri personaggi in particolari momenti critici o durante i vari flash-back. Il motivo per cui questo titolo può essere considerato uno dei migliori videogiochi di supereroi va rintracciato nella qualità della scrittura Telltale che, unita a strampalati attori come Drax, Rocket, Star-Lord, Groot e Gamora, non manca di dare vita a un’avventura ricca di emozioni e di divertimento.

Migliori videogiochi di supereroi: Marvel’s Spiderman (2018)

migliori videogiochi supereroi

Con Marvel’s Spider-Man del 2018 a opera di Insomniac Games, arriviamo (forse) all’unico altro titolo che possiede tutti i requisiti per sfidare la serie Arkham per il gradino più alto dei migliori titoli supereroistici.

È vero, il titolo Insomniac non è seminale come il lavoro di Rocksteady di cui è fortemente debitore; la matrice derivativa di conseguenza è più evidente ed esplicita. Manca quel guizzo di originalità che solo i “primi” possono vantare, ma – ed è un ma bello grande – la compiutezza del lavoro svolto è di rara manifattura tanto da permetterci non solo di godere di una delle migliori avventure con protagonista l’uomo ragno, ma restituisce con una fedeltà impensabile fino a quel momento le sensazioni di un volteggiare acrobatico e folle fra i vetri riflettenti dei palazzi e la leggerezza di danzare a passo di swing nel cielo riflesso di una metropolitana mai così bella e credibile. Il resto, dal comparto tecnico, al combact-system, alla storia, alla recitazione, è cosa nota. Imperdibile per ogni appassionato e per ogni passeggiatore dell’azzurro.

Speriamo che questa selezione di quindici fra i migliori videogiochi di supereroi vi sia piaciuta e possa esser stata utile per conoscere (e magari per recuperare) qualche titolo passato o presente ancora assente nella vostra collezione!

No more articles