Realtà per tutti i gusti: il Multiverso Marvel che non ti aspetti

Quello del Multiverso è uno dei concetti fondamentali dei fumetti Marvel. Nata per permettere agli autori di gestire le retcon ed eventuali What If, ben presto questa idea si è estesa a qualcosa di più di un semplice escamotage narrativo.

Alcuni autori hanno sfruttato questa possibilità per indagare i limiti morali degli eroi. Altri come forma di denuncia verso la società. Altri ancora hanno semplicemente pensato che fosse divertente vedere i supereroi nel contesto del Secolo XVII (chiedete lumi a Neil Gaiman).

Qualche volta però le cose sembrano essere sfuggite di mano. Ci siamo trovati quindi con realtà parallele completamente fuori di testa, dove i pochi residui di logica hanno abbandonato i fumetti. Non che il viaggio sia sempre stato sgradevole, anzi. Così, in occasione di tutto quel vociferare che gira intorno al possibile Multiverso nel Marvel Cinematic Universe, vogliamo riproporvi dieci realtà parallele dei fumetti. Cercheremo di parlare di realtà insolite e particolari, ignorando alcune di quelle più famose come la Terra Morente di Old Man Logan o l’Era di Apocalisse.

Il viaggio nel Multiverso, tuttavia, può essere pericoloso. Tra gli effetti collaterali si possono avere delusione, ira motivata, desiderio di bruciare la propria collezione e spasmodica ricerca di vecchi albi nei mercatini dell’usato.

Multiverso Marvel

1 – Futuro Imperfetto, villain perfetto (Terra-9200)

Nonostante ora non venga riconosciuta come una delle migliori saghe di Hulk, quello di Futuro Imperfetto è uno dei modi migliori per fare la conoscenza di un concetto molto semplice del Multiverso Marvel: un viaggio nel tempo è un viaggio tra le dimensioni.

In questo caso Bruce Banner viene reclutato dal Rick Jones del futuro alternativo, dove a seguito di una guerra nucleare Hulk è diventato più potente che mai. Questo ha avuto effetto anche sul suo cervello e la sua indole, rendendolo intelligentissimo, machiavellico e spietato: è la nascita del Maestro, uno dei migliori villain comparsi sui fumetti Marvel.

Il Maestro ha pensato bene di uccidere qualsiasi eroe si opponesse a lui. L’unico leader sopravvissuto della resistenza è quindi il Vendicatore Onorario Rick Jones, che attraverso la piattaforma temporale del Dottor Destino recluta l’unico essere capace di uccidere Hulk: un altro Hulk! Assistiamo così alla lotta tra il Maestro e il Professore, dove a trionfare sarà quest’ultimo, ma non prima di parecchie peripezie.

Il mondo di Futuro Imperfetto ci appare come un classico scenario post-apocalittico, dove la civiltà sembra sprofondata nelle barbarie, il pianeta è divenuto arido e le risorse sono scarse. A questo aggiungente una versione di Hulk simile a un Immortan Joe gamma irradiato e il gioco è fatto.

2 – La realtà parallela di Morgana (Terra-26111)

Qualcuno dovrebbe insegnare a Wolverine che non si scherza con i viaggi temporali. Siamo durante l’evento Age of Ultron. Il robot ha conquistato il mondo e decimato gli eroi, che si radunano nella Terra Selvaggia per un ultimo disperato attacco. Logan, tuttavia, ha un’idea diversa: andare nel passato e uccidere Hank Pym prima che possa creare Ultron.

In parte il piano ha successo: Ultron non è mai stato creato, ma nel nuovo mondo la morte di Pym ha portato allo scioglimento degli Avengers, lasciando la terra indifesa agli attacchi di Kree e Skrull. Dopo questi eventi Morgana Le Fey inizia a conquistare il mondo, causando tra le altre cose la distruzione di Asgard e la morte di Thor. Solo uno sparuto gruppo di eroi, i Difensori, si oppone ancora a questo stato di cose, mentre un Tony Stark più macchina che uomo (e privo di tutta la parte inferiore del corpo… la sua preferita!) comanda un governo tecnocratico che si oppone a Morgana.

Multiverso Marvel

3 – Nessuno patteggia con Dormammu (Terra-5113)

L’evento di rilancio dei Difensori (Defenders Vol. 3) fece discutere per il suo uso (forse eccessivo) dello humor. Il gruppo originale, composto da Doctor Strange, Hulk, Namor e Silver Surfer si trova costretto a combattere contro Dormammu e sua sorella, Umar. La miniserie preme molto sul fatto che i Difensori siano un “non gruppo” e li mostra intenti a fare cose diverse, incapaci di combattere insieme questa minaccia. Strange e Namor cercano di affrontare Dormammu a modo loro, mentre Hulk viene rapito e schiavizzato da Umar per farne il suo amante. E Surfer… si limita a fare festa con un gruppo di surfisti (no, non è uno scherzo).

Inutile dire che Dormammu riesce a vincere e trasforma la realtà in un piano di esistenza demoniaco, dove tutti gli eroi sono asserviti al suo volere. Una versione malvagia di Doctor Strange è il suo braccio destro, un Daredevil con le palpebre cucite, uno Spider-Man con sei braccia i suoi cacciatori, e un gruppo di Avengers malvagi la sua avanguardia.

Per Strange e per la resistenza umana, comandata dal Namor della nuova dimensione, rimettere le cose a posto non sarà facile. Tuttavia è innegabile che questa realtà infernale, popolata da versioni demoniache degli eroi Marvel, sia a modo suo conturbante.

4 – L’altra realtà parallela di Morgana (Terra-398)

Sembra che per Morgana Le Fey pasticciare con la realtà di Terra-616 sia una sorta di vizio. Già a fine anni ’90, in seguito alla chiusura di quel disastro editoriale che fu la Rinascita degli Eroi, ci trovammo di fronte alla strega intenzionata a sconfiggere gli Avengers riscrivendo la realtà.

Con l’aiuto della Spada del Crepuscolo e delle Pietre delle Norne la strega riesce a rapire Scarlet, usandone il potere per creare una realtà alternativa di stampo medievale. I Vendicatori sono trasformati nella Guardia della Regina e mutati in pittoresche versioni fantasy di loro stessi. Vediamo Cap diventare Messer America. Occhio di Falco si fa chiamare Lungarco, Visione il Fantasma di Pietra e Iron Man ottiene un titolo nobiliare e diventa Iron Knight.

Per fortuna degli eroi Wanda riesce a rimanere consapevole di ciò che succede e, nonostante la prigionia, invia ai suoi compagni di squadra un messaggio per cercare di risvegliarli. Ovviamente questo sconvolgimento temporale viene presto cancellato e mai più riproposto. Un peccato, se si considera l’ottimo lavoro nella realizzazione delle controparti fantasy degli Avengers.

Multiverso Marvel

5 – Quel tiranno di Thor (Terra-3515)

Lo abbiamo visto con Hulk. Quando un eroe si mette in testa di diventare un dittatore l’unico a poterlo fermare è lui stesso. Anche se qui, le cose, vanno in maniera leggermente diversa.

In questa realtà Thor, ormai succeduto a Odino, ha deciso di spostare Asgard sulla Terra, facendola fluttuare sopra New York. In breve la cosa causerà un conflitto con i governi mondiali. Risultato? Migliaia di morti e di vittime civili. Il senso di colpa per quanto avvenuto spinge Thor a rimanere su Midgard per cercare di aiutare gli umani. Tuttavia lo fa a modo suo: conquistando il pianeta.

Sotto certi punti di vista ciò che Thor crea è un’utopia. Nessuna guerra, la fame è un ricordo, gli umani sono indipendenti e liberi di fare ciò che preferiscono, non dovendo neppure provvedere al proprio fabbisogno personale.

Tuttavia, questa realtà così luminosa, nasconde un lato oscuro. Thor governa col pugno di ferro, imponendo la propria pace ai dissidenti e bandendo ogni forma di libertà di pensiero, religioni incluse. Solo quando suo figlio Magni si ribellerà contro di lui comprenderà di essersi spinto oltre e userà i suoi immensi poteri per resettare questa linea temporale.

6 – Un altro capolavoro firmato Legione (Terra-11326)

Un po’ come Morgana e Scarlet anche Legione sembra avere il vizio di sconvolgere le linee temporali. Noto per essere responsabile dell’Era di Apocalisse, il giovane David ha un talento tutto suo per la trasformazione della realtà in un inferno per i Mutanti.

La realtà nota come Age of X (da non confondere con Terra X) è una creazione di una delle tante personalità del figlio di Xavier. Mentre suo padre e il Dottor Nemesis cercano di curarlo rimuovendo “chirurgicamente” alcune delle personalità più pericolose, ecco emergerne una nuova che decide di creare una dimensione parallela.

Ci si trova così di fronte a un mondo dove gli X-Men non sono mai stati fondati. Di conseguenza l’odio verso i mutanti è cresciuto in maniera esponenziale, portando a rivolte, omicidi e segregazione razziale. Scenari al limite dell’assurdo, con i Fantastici Quattro arrestati per aver dato asilo a un mutante (su delazione di Susan Storm) o agli Avengers convertiti in un gruppo di repressione, guidati dal generale Frank Castle (più instabile della sua controparte di Terra-616).

Multiverso Marvel

7 – Distopia a Svastiche e Strisce (Terra-31117)

Non poteva mancare nel Multiverso Marvel una realtà in cui la Seconda Guerra Mondiale non è finita nel migliore dei modi. In effetti la Marvel ha proposto in un paio di occasioni la propria versione de La Svastica sul Sole, una anche in tempi recenti, con l’evento Secret Empire.

La versione più interessante ci è stata presentata sulle pagine di Captain America Vol.4 #17. In questa realtà, dopo il sacrificio di Cap e il suo congelamento, lo spirito degli Alleati è crollato. Gli eserciti dell’Asse sono riusciti a respingere lo sbarco nemico e ogni singolo evento è volto in loro favore, fino alla conclusione peggiore: quella dell’invasione degli Stati Uniti.

Cap viene ritrovato e si risveglia in un mondo dove tutto ciò per cui ha lottato è ora scomparso. Prigioniero dei nazisti viene portato al cospetto del nuovo Reichsfuehrer, il Teschio Rosso. L’intenzione è quella di usarlo come cavia per replicare il siero del supersoldato e rafforzare quindi la posizione del Terzo Reich in tutto il mondo.

Questa versione distopica degli anni ’60 degli States ci presenta alcune delle varianti più particolari degli eroi Marvel visti nel Multiverso. Benjamin Grimm e Reed Richards comandano la resistenza, appoggiati segretamente da Tony Stark, che nella vita dei tutti giorni è riconosciuto come un collaborazionista che ha riempito il cielo di New York, ora capitale del Reich Mondiale, di armature Mark I con la svastica. Peccato che, anche in questo caso, la Marvel abbia utilizzato questa ambientazione come semplice esperimento usa e getta.

8 – Il Ferro e il Blu (Terra-15513)

L’evento Secret War del 2015 è stato anche l’occasione per proporre alcuni mondi ancora ignoti nel Multiverso Marvel. Tra questi c’è la Zona di Guerra, una Terra in cui lo scontro tra le fazioni di Captain America e Iron Man in Civil War non si è mai concluso. Il conflitto è stato portato all’esasperazione dopo la distruzione della città di Saint Louis, la cui responsabilità è stata rinfacciata da entrambe le parti.

Iron Man ha così iniziato a guidare l’est degli Stati Uniti, detto il Ferro, una nazione guidata da un rigido controllo dei superpoteri, posti al servizio dello stato. Captain America è invece diventato presidente dell’ovest, il Blu, dove l’utilizzo dei poteri è libero, purché non venga esercitato per scopi criminali.

Ciò che si avverte leggendo di questa realtà parallela è una profonda sensazione di disillusione e stanchezza. Le due fazioni sono composte da versioni invecchiate degli eroi, desiderose di una pace che non possono concedere per la rabbia provata verso l’incidente di St. Louis (in realtà organizzato dagli Skrull). In questo ci viene proposto un mondo dove più che la guerra a interessare è la psicologia dei personaggi, capire cosa abbia spinto gli eroi a cambiare fazione o a isolarsi dal mondo.

Multiverso Marvel

9 – Mi spiace, non era un mondo perfetto (Terra-11638)

Alle volte gli universi “usa e getta” della Marvel propongono stravolgimenti davvero inaspettati. Il “Perfect” World, comparso per la prima volta su Amazing Spider-Man Annual #38, ci propone una realtà in cui l’unico supereroe rimasto in azione è lo Stupefacente Ragno, lo Spidey di quell’universo. Ricco, famoso, amato, sostenuto dal proprio zio Ben che gli fa da guida, ha sconfitto ogni criminale del mondo e ogni minaccia interplanetaria (Galactus compreso).

In realtà tutto ciò è possibile grazie a una macchina di trasporto interdimensionale con cui Peter rapisce le sue controparti dal Multiverso per assorbirne il potere. Escluso questo poco amichevole Spider-Man di quartiere, sono anche altre le cose che fanno trasalire in questo universo. 

Bruce Banner è lo Stregone Supremo e ha rinchiuso Hulk all’inferno. Reed Richards ha curato Deadpool, facendolo diventare intelligentissimo e trasformandolo in una sorta di Dottor Destino. Al contrario il Victor Von Doom di questo mondo è impazzito assumendo l’identità di Deathwish. Tony Stark è ingrassato a dismisura. E J. Jonah Jameson è un fan sfegatato del Ragno. Esattamente dov’è la perfezione in tutto questo?

Multiverso Marvel

10 – Marvel Zombies (Terra-2149)

Concludiamo con quello che forse è il più noto tra gli universi con alto tasso di “WTF” contenuti all’interno del Multiverso Marvel. Un mondo dove Ashely Williams può sfondare con il suo Boomstick il citofono della Mansion dei Vendicatori, nella speranza di avvisare tutti che un’Apocalisse Zombie incombe. Negli anni la Marvel ha spinto molto nell’utilizzo di questo universo, forse troppo, al punto che potremmo parlare di un vero Multiverso Zombie.

Mentre Ash è in fila per raggiungere il Paradiso si trova davanti a una versione zombie di Sentry, che inizia a divorare le anime (sì, prendetevi qualche secondo per realizzare la cosa). Ash interviene e lo scontro scaraventa i due in una Terra dove, salvo poche differenze (l’ex presidente Steve Rogers è Colonnello America e Galactus ancora non ha raggiunto il pianeta) la vita prosegue come sempre nella realtà della Marvel. Peccato che ben presto lo strapotere di Sentry si faccia sentire e buona parte degli eroi venga trasformata in zombie.

Ash decide quindi di cercare il Necronomicon, custodito a Latveria dal Dottor Destino. Aiutato da Scarlet e Dazzler riesce e compiere la traversata fino all’Europa dell’Est, ma è già troppo tardi. Ciò che Destino può fare è far guadagnare tempo all’eroe interpretato da Bruce Campbell, facendo trovare ad Ash una scappatoia in un nuovo universo (che si rivelerà abitato da super licantropi… dettagli).

Nel frattempo gli zombie continuano a devastare il pianeta, annientando la popolazione. Tra i pochi sopravvissuti troviamo Magneto, Pantera Nera (seviziato dallo zombie Hank Pym) e un piccolo gruppo degli Accoliti, tra cui Forge. Nel mentre gli zombie riusciranno a fare l’impossibile: divoreranno prima Silver Surfer e poi Galactus, iniziando a viaggiare nel cosmo per mangiare pianeti.

Genovese, classe 1988. Laureato in Scienze Storiche, Archivistiche e Librarie, Federico dedica la maggior parte del suo tempo a leggere cose che vanno dal fantastico estremo all'intellettuale frustrato. Autore di quattro romanzi scritti mentre cercava di diventare docente di storia, al momento è il primo nella lista di quelli da mettere al muro quando arriverà la rivoluzione letteraria e il fantasy verrà (giustamente) bandito.

3 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui