Jesse Schell, Professore universitario e game designer, durante il GDC si è espresso riguardo ad un possibile ingresso di Nintendo nel mercato della realtà virtuale.

Ecco le sue dichiarazioni:

Per il 2022, i guadagni maggiori del mercato VR saranno generati da contenuti creati per i visori per console e credo che Nintendo non voglia perdere questo treno. Hanno ideato il Virtual Boy nel 1994, potrebbero tornare con qualcosa di simile, solo tecnologicamente più avanzato. Sono sicuro che anche Nintendo sia interessata a questo business e stia già sviluppando il suo device.

In effetti, sarebbe alquanto strana un’indifferenza totale da parte della casa di Kyoto verso la realtà aumentata, ma per ora non sono arrivati annunci in merito.

(Fonte: GamesIndustry)

No more articles