Romics 2019 – Intervista a Prinsipe

Durante Romics 2019 abbiamo avuto il piacere di scambiare quattro chiacchiere con Daniele Paolucci in arte Prinsipe, pro player di FIFA della “scuderia” di Mkers, il cui fondatore è Thomas De Gasperi, che abbiamo già intervistato.
Prinsipe ci ha raccontato tutto, anche la sua vittoria ai campionati europei, in questa interessante intervista che vi riproponiamo qui sotto in un breve estratto, e che trovate interamente nel video più in basso.

intervista prinsipe

Partiamo dal tuo nickname: Ice Prinsipe, ora soltanto Prinsipe. Sei romano, quindi si potrebbe pensare che ti sia ispirato al Principe Giannini. E invece…

E invece è un omaggio al Principe Milito. Quando creai il nickname Diego Milito giocava nel Genoa ed era uno dei calciatori più belli da vedere in assoluto. Poi, quando ho disputato l’europeo, molti mi hanno chiesto come facessi a giocare con tanta freddezza, quasi come stessi a casa, così decisi di aggiungere la parola Ice prima di Prinsipe. Adesso ho cambiato di nuovo, e sono soltanto Prinsipe. Un ritorno alle origini.

Quindi prima esperienza europea, subito un trionfo.

Sì. Mi sono presentato al mio primo torneo europeo da perfetto sconosciuto, da outsider e ho vinto tutte le partite tranne una, che ho pareggiato. Sono arrivato in finalissima contro il giocatore più temuto di tutti: Gorilla. Abbiamo giocato prima su Xbox, che è la sua console e abbiamo pareggiato 2-2, mentre su Ps4 ho vinto 4-2, portandomi a casa l’europeo.

Poi sei entrato in Red Bull…

Ho vinto il torneo appena entrato in Mkers, e sono stato il primo ad entrare nel team quindi sono un po’ la loro bandiera, in un certo senso. Poi ho avuto la fortuna di entrare a far parte del mondo Red Bull, e la cosa bella è che qui tutto hanno lo stesso peso, da Marquez a un giocatore di E-sport. Ovviamente per noi questo è importantissimo. Ho conosciuto persone che fanno degli sport che non avrei mai immaginato…

[Qui sotto l’intervista completa a Prinsipe]

No more articles