Il Romics torna in grande stile: sold out l’edizione 2021 e successo certificato per la prima fiera dell’era post Covid

Romics 2021 è stato un evento speciale, avendo rappresentato la prima convention dell’era post Covid, segnando un sold out del pubblico. Ad annunciarlo è stata la stessa organizzazione del Festival, che attraverso un comunicato stampa ha rivelato il grande successo di questa edizione XXVII della fiera del fumetto romana.

“Romics è stato il primo appuntamento «popolare» a livello nazionale per partecipazione di visitatori organizzato dopo la pandemia, dimostrando che attraverso la previsione di rigidi protocolli di sicurezza e la responsabilità degli appassionati, è possibile organizzare un grande evento culturale in presenza”.

“Siamo molto orgogliosi della risposta del pubblico che è accorso in massa a Romics, facendo registrare due sold-out nei quattro giorni della manifestazione. Siamo grati agli espositori che hanno scommesso su Romics come opportunità per la ripresa di un settore che nei mesi scorsi ha subito, a causa della pandemia, un vero e proprio tracollo. Ringraziamo i partner istituzionali dal Ministero della Cultura al Ministero dell’Istruzione, dal Ministero dell’Innovazione alla Regione Lazio, passando per Unioncamere Lazio e la Camera di Commercio di Roma, che attraverso Romics si sono «riconnessi» dal vivo con le centinaia di piccole e medie imprese culturali del settore e le migliaia di energie creative mai sopite in questi mesi”.

romics 2021 sold out

Romics chiama, il pubblico risponde: sold out e successo per l’edizione 2021

Dopo il grande successo dei questa edizione il Romics guarda già al futuro, all’Aprile del 2022, quando si terrà di nuovo l’evento, ancora una voltas patrocinata dalla Regione Lazio, in con collaborazione con i ministeri e la camera di commercio di Roma.

Ancora una volte l’evento tornerà, portando con sé nuove iniziative legate al gaming, ai cosplay, al fumetto e alla cultura, nella speranza di poter ricevere, come successo questo Ottobre, lo stesso caloroso riscontro da parte della critica e del pubblico, oltre che dei media partner che hanno contribuito a segnare il successo dell’iniziativa in un momento storico tanto delicato.

Se l’articolo ti interessa leggi anche:

Genovese, classe 1988. Laureato in Scienze Storiche, Archivistiche e Librarie, Federico dedica la maggior parte del suo tempo a leggere cose che vanno dal fantastico estremo all'intellettuale frustrato. Autore di quattro romanzi scritti mentre cercava di diventare docente di storia, al momento è il primo nella lista di quelli da mettere al muro quando arriverà la rivoluzione letteraria e il fantasy verrà (giustamente) bandito.