Miyazaki conferma che in Sekiro: Shadows Die Twice saranno presenti boss nascosti

Tra i titoli più attesi del 2019, troviamo anche la nuova IP di casa FromSoftware, Sekiro: Shadows Die Twice e il direttore del titolo, nonché Presidente dello studio, Hidetaka Miyazaki, ha avuto recentemente occasione di parlarne con Game Informer.

Nel corso dell’intervista, Miyazaki ha diffuso molte interessanti informazioni sul gioco, alcune delle quali inerenti i punti in comune che potrà avere o non avere in comune con altri titoli dello studio – come la saga dei Souls, Bloodborne o il più recente Déraciné.

Scherzosamente interrogato sulla possibile presenza dell’ormai iconica Moonlight Greatsword anche in questo titolo, il Presidente di From Software ha risposto negativamente, precisando che “stiamo dando vita a una nuova ip e a un nuovo mondo e non vogliamo dar l’impressione di battere sempre sugli stessi tasti, o di averla messa lì tanto per o solo per forzarla nella lore in qualche modo. Si andrebbero a creare dei vincoli che non vogliamo, è per questo che la Moonlight Greatsword stavolta non ci sarà.”

“Per quanto concerne i possibili riferimenti o richiami” continua Miyazaki “stiamo cercando di andarci molto cauti, perché lavorare con altri publisher significa stare attenti a come si trattano il materiale e il contenuto. Se si tratta d’inserire un riferimento di Dark Souls in Dark Souls III risulta semplice inserire qualche riferimento qui e là, si tratta pur sempre degllo stesso publisher. Per esempio, con Déraciné, che è stato recentemente pubblicato per VR, abbiamo inserito un richiamo a Bloodborne perché entrambi i titoli sono stati pubblicati da Son. Tra l’altro, quella citazione ha creato più agitazione di quanto ci aspettassimo. Molto di più. Dunque vogliamo cercare di andarci molto più cauti.”

Sempre a proposito dei Souls, Miyazaki ha inoltre dichiarato che “saranno presenti delle aree dove l’ambientazione sarà a sfavore del giocatore (come la Città Infame di Dark Souls n.d.r.) tuttavia, uno dei concept chiave di Sekiro era creare un titolo caratterizzato da una grande libertà di movimento e non volevamo limitare il tutto creando alcune aree troppo restrittive. Quindi si, ci saranno delle aree simili, ma non vogliamo costringere i giocatori come accaduto in passato.”

Sempre parlando delle differenze che vi saranno con gli altri giochi dello studio, Miyazaki ha parlato dei boss che saranno presenti in Sekiro, confermando che alcuni di essi saranno opzionali – come il Re Senza Nome di Dark Souls III o il Chierico Belva di Bloodborne – e “crediamo anche che si dimostreranno particolarmente tosti questa volta.”

Prima di chiudere vi segnaliamo che su Game Informer potrete trovare l’intervista integrale fatta al Presidente di FromSoftware e vi ricordiamo che Sekiro: Shadows Die Twice è atteso per il 22 Marzo.

Se volete preordinare il gioco potete trovarlo anche a questo LINK

No more articles