Yasuke avrà una seconda stagione? Il produttore esecutivo e compositore promette di sì

Yasuke sta ottenendo buoni riscontri dal pubblico di Netflix: anche per questo si inizia a parlare di una seconda stagione dello show. A tale proposito è intervenuto proprio il produttore esecutivo e compositore dell’anime Netflix, Flying Lotus. Nel suo messaggio sembra decisamente aprire a un futuro ritorno di Yasuke sugli schermi degli abbonati.

La storia di Yasuke, schiavo africano divenuto samurai, è stata trasformata da Netflix in un racconto fantasy con elementi horror e steampunk. Qualcosa che forse potrà lasciare perplessi gli amanti della storia del Sol Levante, ma che ha anche saputo conquistare una solida fetta di pubblico.

yasuke seconda stagione

Le parole del produttore esecutivo: una seconda stagione nel futuro di Yasuke?

“Ci auguriamo che questi sei episodi servano da introduzione a questo mondo e vi facciano venire voglia di saperne di più. Abbiamo grandi progetti per Yasuke. È solo l’inizio”. Queste le parole che Flying Lotus ha condiviso su Twitter al lancio dell’anime, aprendo quindi a una nuova stagione dello show.

Il finale di Yasuke sembra infatti essere aperto alla possibilità di nuovi episodi. Concluso l’arco narrativo che abbiamo visto in questi sei episodi, il Samurai Nero sembra in effetti desideroso di intraprendere un viaggio per il Giappone, lasciandosi alle spalle il passato.

Il futuro di Yasuke, e perciò anche quello della serie, appare proeittato davvero verso una seconda stagione. Non resta che attendere per scoprire se Netflix confermerà questa indiscrezione di Flying Lotus. Sarà nostra cura aggiornarvi nel caso dovessero emergere delle novità al riguardo.

Come sempre la parola adesso spetta a voi lettori! Che cosa ne pensate di questo anime? Pensate che Yasuke sia degno di una seconda stagione? Diteci il vostro parere al riguardo! Lasciateci un commento e partecipate insieme a noi alla discussione!

Genovese, classe 1988. Laureato in Scienze Storiche, Archivistiche e Librarie, Federico dedica la maggior parte del suo tempo a leggere cose che vanno dal fantastico estremo all'intellettuale frustrato. Autore di quattro romanzi scritti mentre cercava di diventare docente di storia, al momento è il primo nella lista di quelli da mettere al muro quando arriverà la rivoluzione letteraria e il fantasy verrà (giustamente) bandito.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui