Nel corso dell’ultimo incontro con gli investitori, il presidente di Nintendo, Tatsumi Kimishima, ha risposto ad una serie di domande inerenti sia ai risultati finanziari ottenuti dall’azienda, sia le strategie che la stessa adotterà nel futuro. Le dichiarazioni più interessanti di Kimishima riguardano in particolare i due prodotti di punta della casa di Kyoto: il 3DS e il Wii U.

Kimishima ha ribadito che la console portatile, con oltre 54 milioni di unità vendute nel mondo, continuerà ad essere un pilastro importante per l’azienda, che punta ad ottenere ulteriori profitti anche grazie allo sviluppo di titoli non ancora annunciati.

Sul Wii U, invece, il presidente di Nintendo ha ammesso che i dati di vendita non siano rassicuranti (solo 10 milioni di unità vendute nel mondo), ma si è anche detto speranzoso sulla possibilità che il pubblico accolga i prossimi titoli con lo stesso favore con cui ha accolto Splatoon e Super Mario Maker.

Kimishima, infine, non si è voluto spingere nei dettagli su NX, limitandosi ad affermare che l’azienda sta al momento considerando diverse soluzioni in vista del lancio sul mercato della nuova console.

(fonte: Nintendo Everything)

No more articles