La “mamma” di Fullmetal Alchemist, Hiromu Arakawa, è al lavoro su un nuovo progetto

Nelle top 5 degli anime e manga shonen più amati dal pubblico di tutto il mondo, quasi sicuramente sarà incluso Fullmetal Alchemist, opera creata dalla mangaka Hiromu Arakawa nel 2001 e diventata, presto, un vero e proprio fenomeno mondiale.

Tutti gli appassionati del settore – e forse anche i lettori occasionali – hanno almeno sentito nominare l’opera di Arakawa che, ricordiamo, è composta da un totale di 27 volumi ed è terminata in Giappone nel 2010 (in Italia nel 2011).

Buona parte del successo di Fullmetal Alchemist arriva anche dalle due versioni animate che sono state realizzate negli anni: la prima, omonimo al manga, composta da 51 episodi e meno fedele all’opera originale; e la seconda, Fullmetal Alchemist: Brotherhood, composta da 64 episodi che riprendono le vicende narrate nella versione cartacea.

Al di là del successo maggiore o minore ottenuto da ciascuna delle due versioni, l’anime ha fatto conoscere FMA a molti spettatori, anche grazie a Netflix che lo ha aggiunto al proprio catalogo, insieme al film in live action del 2017.

arakawa fullmetal alchemist

Oggi, a distanza di qualche anno, torniamo a parlarne o meglio parliamo della mente che ha creato l’intera opera, Hiromu Arakawa che, stando alle ultime notizie diffuse di Anime News Network, sarebbe al lavoro su un nuovo progetto.

La notizia è apparsa sulle pagine di Weekly Shonen Sunday dove i lettori vengono avvisati di “fare attenzione alla nuova storia della scrittrice Hiromu Arakawa.”

Purtroppo non viene divulgato alcun tipo di dettaglio in merito alla natura dell’opera e visto anche il passato dell’autrice – che oltre a Fullmetal Alchemist ha ideato il recente Silver Spoon, disegnato Hero Tales e riadattato in chiave manga La leggenda di Arslan – le aspettative dei fan sono decisamente (e giustamente) molto alte.

In attesa di saperne di più vi ricordiamo che sulle nostre pagine potete trovare un approfondito speciale, scritto dal nostro Federico Galdi, dedicato a Fullmetal Alchemist.

Fonte: CB

No more articles