Rumor: Meteor è il nome di sviluppo del prossimo Assassin’s Creed?

Un nuovo rumor giunto sulla rete potrebbe aver svelato il nome di sviluppo del prossimo Assassin’s Creed, ovvero “Meteor“. La notizia, per quanto non ancora confermata, vanta dalla sua alcune fonti autorevoli, che ne hanno fatto uno dei topic più discussi su ResetEra.

Sarebbe stato lo YouTuber francese xj0nathan a rivelare, nelle scorse ore, che il prossimo Assassin’s Creed dovrebbe costituire un ritorno alla origini. La storia si svilupperebbe parallelamente o poco dopo il primo capitolo della saga, ambientato durante la Terza Crociata. Al centro della vicenda ci sarebbe il rientro in patria di Re Riccardo I d’Inghilterra, il famoso Cuor di Leone. Sarebbero quindi diverse le location presenti nel gioco, da San Giovanni d’Acri all’Austria, passando per Corfù alla Croazia.

assassin's creed meteor rumor

Rumor o leak? Quanto c’è di concreto in Assassin’s Creed Meteor?

L’username xj0nathan non è certo ignoto ai giocatori della saga di Ubisoft. In passato aveva infatti diffuso alcune informazioni su Valhalla, leak che erano stati confermati nel momenti in cui gli utenti avevano messo mano al titolo. Secondo lo YouTuber si tratterebbe di un gioco di dimensioni relativamente modeste, paragonabile ad Assassin’s Creed Rogue. Ed è proprio qui che suona un campanello.

Come qualche utente di vecchia data ricorderà il nome in codice di Rogue era infatti “Comet”, qualcosa che il rumor di un Assassin’s Creed Meteor non può non richiamare. Oltre a questo il content creatore ha notato, in una recente operazione di datamining, un DLC3 Meteor in Valhalla.

A questo punto è lecito porsi una domanda: Meteor sarà un contenuto aggiuntivo del titolo vichingo di Assassin’s Creed? O un capitolo “breve” come lo fu Rogue? Non possiamo che attendere. Raccomandiamo tuttavia ai nostri lettori estrema cautela. Per quanto affidabile sia la fonte si tratta ancora di rumor. Niente, al momento, è confermato. Sarà nostra cura darvi nuovi dettagli.

(fonte: ResetEra)

Genovese, classe 1988. Laureato in Scienze Storiche, Archivistiche e Librarie, Federico dedica la maggior parte del suo tempo a leggere cose che vanno dal fantastico estremo all'intellettuale frustrato. Autore di quattro romanzi scritti mentre cercava di diventare docente di storia, al momento è il primo nella lista di quelli da mettere al muro quando arriverà la rivoluzione letteraria e il fantasy verrà (giustamente) bandito.