Joe Manganiello ha recentemente svelato nuovi dettagli sulla trama del The Batman di Ben Affleck

L’attore Joe Manganiello è recentemente tornato a parlare del The Batman di Ben Affleck, originaria versione del progetto oggi diretto da Matt Reeves.

Come ricorderete, agli inizi il film sarebbe stato scritto, diretto e interpretato dall’allora Batman del DC Extended Universe, ossia, appunto, Ben Affleck.

La star di Hollywood – che ha indossato il mantello del Cavaliere Oscuro in Batman v Superman: Dawn of Justice, Suicide Squad e Justice League – decise poi di abbandonare il progetto, dapprima come scrittore e regista, per poi appendere anche il costume al chiodo.

Sin dagli inizi, si parlava di un film dai toni cupi, collegato anche all’Arkham Asylum e avente Deathstroke come main villain, ruolo che sarebbe stato interpretato da Manganiello.

Batman Manganiello Affleck

Il progetto è ormai abbandonato – o meglio è stato convertito nel The Batman di Matt Reeves che vede Robert Pattinson nel ruolo del supereroe di casa DC Comics – tuttavia la curiosità di sapere come sarebbe potuto essere resta ed è proprio Joe Manganiello a fare un po’ di luce sulla questione.

“Era una storia molto oscura” dichiara l’attore in una recente intervista “nella quale Deathstroke era rappresentato come un villain di un film dell’orrore, che tentava di distruggere la vita di Bruce dall’interno. Avrebbe seguito uno schema ben preciso: avrebbe ucciso tutte le persone care a Bruce e distrutto la sua vita per farlo soffrire a causa di un qualcosa del quale si era reso responsabile e che aveva colpito lo stesso Deathstroke.”

Una storia di vendetta, dunque, una vendetta terribile che riporta alla mente alcuni dei momenti più oscuri e tragici vissuti da Batman nel corso della sua storia editoriale.

Tenendo conto del fatto che il Batman di Affleck era già stato segnato dalla perdita di Robin – o Jason Todd come ipotizzato dalla celebre scena di Justice League nella quale Bruce Wayne si ferma ad osservare la teca nella quale è custodito il costume del proprio aiutante ucciso da Joker – vederlo affrontare eventi simili sarebbe stato, forse, particolarmente interessante.

Fonte: SR

Romano di nascita, nerd per passione, amante di Final Fantasy, di Batman e dei Cavalieri dello Zodiaco. Parla poco ma ascolta e osserva molto, sente un’affinità smodata con i lupi e spera di rincarnarsi in uno di loro. Cede spesso alle tentazioni della rabbia con picchi che creano terremoti in Cina per l’Effetto Farfalla e odia la piega che sta prendendo l’Universo-Videoludico negli ultimi anni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui