In uscita questo Ottobre Batman: White Knight sembra ridefinirà i ruoli di Batman e del Joker. La nemesi dell’uomo pipistrello potrebbe diventare una sorta di eroe dopo essere stato curato dalla pazzia. Ma a colpire è che il bersaglio della sua crociata contro il crimine sarà Batman stesso!  Sembra, però, che il suo scopo non sia sconfiggere psicologicamente o fisicamente l’avversario, quando utilizzare vie legali per mostrare al popolo di Gotham quale pericolo sia il Crociato Incappucciato.

La miniserie ridipingerà l’immagine di Gotham come una moderna città americana. Saranno presenti riferimenti a fatti di attualità, come il movimento Black Lives e il gap tra le classi sociali.

Nel descrivere la serie a Wired, lo scrittore e illustratore di White Knight, Gordon Murphy, ha rilasciato alcune interessanti dichiarazioni.

“Il confine che scorre tra Batman come ‘nobile vigilante’ e ‘oppressore zelante’ è sempre mutato in base ai cambiamenti della nostra società. Sappiamo che il Joker è un genio, che è implacabile e che sa intrattenere il pubblico. Quindi perché non farne un politico? Frank Miller l’ha modellato sulle fattezza di David Bowie. Chris Nolan l’ha pensato come un sociopatico con un metodo. Io vedo il Joker come Don Draper.”

(fonte: Comic Book Moovie.com)

No more articles