La critica promuove Black Widow

Ci sono buone notizie per Black Widow: la critica sta accogliendo molto positivamente il nuovo film del Marvel Cinematic Universe diretto da Cate Shortland. Generalmente i giornalisti sembrano aver apprezzato l’interpretazione di Scarlett Johansson, trovando che questo sia il suo degno addio al MCU, ma anche quella di Florence Pugh, verso la quale non sono mancati diversi complimenti.

Il film viene descritto come uno dei migliori standalone della Marvel, dotato di un’azione molto intensa e con degli adeguati plot twist all’interno della trama. Insomma, pare che Shortland sia riuscita a fare centro con questa sua pellicola. Un tassello importante nell’economia dell’Universo Marvel, che sarà disponibile nelle sale a partire dal 7 Luglio del 2021.

black widow critica

Le parole della critica: Black Widow è stato promosso

Come sempre in questi casi vi riportiamo le parole di alcuni esponenti della carta stampata che hanno affidato le proprie impressioni ai social media.

La prima è Alisha Grauso di ScreenRant, la quale sottolinea quanto accennato prima, l’importanza di Natasha Romanoff nel MCU e il successivo emergere del personaggio di Yelena Belova. “Black Widow mostra esattamente perché Natasha Romanoff fosse la colla che teneva insieme gli Avengers. Alcune scene di combattimento che ricordano John Wick e momenti di azione innovativa unite a una commovente storia di sentimenti familiari su come il mondo possa essere crudele verso le ragazze. Emozionante vedere Yelena prendere il testimone. Yelena sarà una nuova beniamina dei fan in Black Widow. Florence Pugh ha rubato la scena. Lei e Scarlett Johansson sono fenomenali insieme, due sorelle usate e abusate dal sistema che hanno bisogno di prendersi una pausa”.

Anche Perri Nemiroff di Collider ha promosso il film, nonostante le iniziali preoccupazioni. “Black Widow si è rivelato ben riuscito! Ero un po’ preoccupata di vedere questa storia svolgersi sapendo cosa sarebbe successo in Endgame. Il tutto avrebbe potuto diminuire il pathos, ma non è stato così. In effetti questo è il tipo di storia prequel che sembra destinata a migliorare le altre parti del MCU. La componente che spicca è quella “dell’insieme”. Forse è perché sono molto vicino a mia sorella, ma non ne ho mai abbastanza della relazione Natasha/Yelena, dai litigi ai momenti più sentiti. Questo è il mio genere di film per famiglie disfunzionali”.

Chiudiamo con Brandon Davis di Phase Zero, a sua volta soddisfatto dalla visione del film. “Black Widow è uno dei migliori film in solitaria della Marvel. Partendo dalla fine il film è ottimo. Eccellenti sorprese, momenti emozionanti con i personaggi, azione dura e pure e Scarlett Johansson riesce a dare tutta se stessa in questo ruolo. La regista Cate Shortland ha fatto centro”.

Potrebbe interessarti anche:

Genovese, classe 1988. Laureato in Scienze Storiche, Archivistiche e Librarie, Federico dedica la maggior parte del suo tempo a leggere cose che vanno dal fantastico estremo all'intellettuale frustrato. Autore di quattro romanzi scritti mentre cercava di diventare docente di storia, al momento è il primo nella lista di quelli da mettere al muro quando arriverà la rivoluzione letteraria e il fantasy verrà (giustamente) bandito.