Un insider pubblica una serie di novità sul presunto Diablo IV

Direttamente dalle pagine del noto portale Reddit, arriva una valanga di novità sul tanto atteso Diablo IV, capitolo del quale, al momento, non è stata neanche confermata l’esistenza.

Stando a quanto dichiarato da un anonimo insider, che è stata “una delle prime persone a vedere Diablo IV a porte chiuse”, scopriamo non solo che Blizzard è effettivamente al lavoro sul quarto capitolo, ma anche tutta una serie di dettagli che, se confermati, potrebbero rivoluzionare quasi completamente la serie.

Di seguito vi riportiamo l’elenco delle informazioni diffuse dall’insider che, per ovvie ragioni, preferisce mantenere l’anonimato:

  • Il titolo ufficiale sarà Diablo IV e non vi sarà un sottotitolo;
  • La visuale sarà isometrica mentre il genere sarà MMOARPG;
  • Non vi saranno tempi di caricamento se non quando si effettueranno il login e il logout;
  • L’engine di gioco sarà differente rispetto a quello del terzo capitolo e saranno presenti diverse migliorie che andranno a inficiare sulle funzionalità, sulle meccaniche di gameplay e sul design;
  • Il gioco sarà sviluppato avendo come target principale il mercato delle console della prossima generazione, quindi PS5 e Xbox Scarlett;
  • Lo stile artistico punterà maggiormente sugli aspetti dark e sanguinolenti, un mix tra Diablo II, Dark Souls e Bloodborne, rielaborati in chiave moderna. Grazie anche al nuovo engine che farà immergere totalmente il giocatore in queste atmosfere cupe dai toni oscuri;
  • Blizzard è rimasta soddisfatta dai risultati ottenuti grazie a feature come il Cubo di Kanai, i set di armature, le Stagioni e i Rift visti in Diablo III;
  • Al tempo stesso lo studio di sviluppo ha imparato molto dagli errori commessi in Reaper of Souls e, grazie anche al feedback dei giocatori, ha cercato di non ripeterli nel quarto capitolo;
  • La colonna sonora strizzerà l’occhio ai fan di vecchia data, ispirandosi ai primi due capitoli del franchise ma mantenendo un proprio stile unico;

diablo IV novità

  • Blizzard considera il quarto capitolo un vero e proprio reboot del franchise, una sorta di mix tra un remake del secondo capitolo e un vero e proprio Diablo IV. Un po’ come accaduto con il recente God of War sviluppato da Sony Santa Monica;
  • Un Remake o una Remaster di Diablo II erano in programma, ma il team a preferito concentrare i propri sforzi nel creare questo nuovo titolo;
  • La demo che l’autore del post e gli altri presenti hanno avuto modo di vedere, aveva una durata di circa 20-30 minuti e non vi è certezza se sarà la stessa che sarà presentata alla prossima BlizzCon o meno;
  • Sempre parlando della demo, sarà focalizzata sulla classe del Barbaro (e in minor misura di quella del Druido) e consentirà di vedere vari elementi come il loot e il sistema di combattimento;
  • Il mondo di Sanctuary sarà molto più grande rispetto al passato, dovendo includere fino a 100 giocatori per server;
  • Tornerà l’iconica cittadina di Tristram che sarà uno degli Hub di gioco;
  • Si potranno scambiare oggetti e materiali con gli altri giocatori, tuttavia il team è ancora incerto se includere nella feature anche gli oggetti leggendari o meno;
  • Torneranno alcune skill già viste in passato, come il Tornado del Barbaro, e sarà incluse la possibilità di portare a segno delle combo per incrementare i propri danni;
  • Il Druido potrà cambiare la propria forma anche nel mezzo del combattimento;
  • Al lancio saranno presenti il Paladino, il Barbaro, lo Stregone, l’Amazzone e il Druido, tuttavia il Necromante sarà introdotto in un secondo momento;
  • Tornerà il sistema di crafting e sarà un aspetto molto importante del gioco;
  • Il sistema delle abilità trarrà ispirazione da quelli visti in Path of Exile, Grm Dawn e Wolcen, ma avrà elementi che lo renderanno unico
  • Volendo puntare su un mondo MMO il team non ha ancora deciso se introdurre o meno il PVP. Per ora preferiscono concentrarsi sul realizzare un’esperienza PVE degna di un franchise come Diablo;
  • Diablo IV punterà al gioco come servizio, grazie a patch gratuite, nuove aggiunte, nuovi oggetti ecc. che saranno introdotti nel gioco dopo il lancio. Al momento non si è ancora deciso se realizzare o meno delle espansioni a pagamento;
  • L’obiettivo principale è mostrare il gioco alla BlizzCon 2019 e puntare a una release nel 2020 o nel 2021.

La mole di informazioni diffuse dall’insider è senza dubbio notevole e, anche solo se una piccola parte fosse confermata, si tratterebbe di una lieta notizia per tutti i fan di Diablo, rimasti decisamente delusi dall’annuncio di Diablo Immortal visto nel corso della BlizzCon 2018.

A voi la parola dunque: che ne pensate? Se tutte le novità svelate dall’insider fossero vere sareste contenti di come sta venendo sviluppato Diablo IV? Fateci sapere la vostra nei commenti!

No more articles