Molti di voi conosceranno, anche solo per sentito dire, il celebre Doomsday Clock, l’orologio dell’apocalisse che indica quanto dovrebbe mancare ad una possibile catastrofe planetaria, sia essa nucleare o meno.

Le ultime, allarmanti, notizie giungono dalla rivista Bulletin of the Atomic Scientists, secondo la quale la fatidica ora è stata spostata di ben 30 secondi, arrivando a 2 minuti prima di mezzanotte.

I motivi dietro tale cambiamento, come dichiarato dalla rivista, sono da ricondurre alla crescente tensione nata tra gli Stati Uniti d’America e la Corea del Nord, che sembrano essere sempre più vicini a far scoppiare un conflitto nucleare.

“Oggi come oggi è a due minuti a mezzanotte.” ha dichiarato Rachel Bronson, Presidente dell’associazione, precisando che “definire semplicemente ‘grave’ la situazione nucleare mondiale, significa sottovalutarne il pericolo e l’immediatezza.”

L’ultima volta che l’orologio si trovava così vicino alla mezzanotte, fu nel 1953 quando da un lato gli Stati Uniti avevano testato il loro primo ordigno termonucleare, e dall’altro, l’Unione Sovietica stava testando la bomba a idrogeno.

(Fonte: WashingtonPost)

Romano di nascita, nerd per passione, amante di Final Fantasy, di Batman e dei Cavalieri dello Zodiaco. Parla poco ma ascolta e osserva molto, sente un’affinità smodata con i lupi e spera di rincarnarsi in uno di loro. Cede spesso alle tentazioni della rabbia con picchi che creano terremoti in Cina per l’Effetto Farfalla e odia la piega che sta prendendo l’Universo-Videoludico negli ultimi anni.