Dopo il poco convincente showcase di Electronic Arts è stato il turno di Bethesda, che devo ammettere si è comportata molto meglio della sua collega. C’è da dire che sono davvero molto bravi a organizzare questi eventi, nonostante la conferenza di quest’anno sia soltanto la seconda nella loro carriera. Così come l’anno scorso, hanno parlato per molto meno tempo di quello che hanno dedicato a farci vedere roba, e questo è un gran bene, perché ascoltare le radio in cui i DJ parlano tanto e mettono poche canzoni rompe le palle a tutti.

Il primo annuncio cicciotto dell’evento è stato quello riguardante Quake Champions, che è iniziato con una schermata stile DOS. L’intento dichiarato è quello di rifare il botto come fu con Quake III Arena, proponendo un FPS Arena velocissimo tutto votato agli eSports e alla competizione. Gli eroi presenti nel gioco avranno caratteristiche differenti tra loro, e questo sembra un po’ avvicinarlo concettualmente a Overwatch, però non è ancora il caso di dare giudizi, visto che abbiamo visto solo un reveal teaser, e niente gameplay. Per avere novità toccherà aspettare la Quakecon, ma mancano solo due mesi, e noi saremo pazienti.

Sale sul palco, a seguito di questo annuncio, Pete Hines, che ci fa un recap dell’anno precedente della software house, giusto per pavoneggiarsi, e ci sta. Viene poi lanciato un trailer della modalità campagna di The Elder Scrolls Legends, TCG online ispirato all’universo della saga delle Pergamene dei Vecchi. Quello che più ci interessa, però, non è la storia in un gioco di carte, bensì il fatto che la beta è aperta di nuovo, e si possono mandare richieste di iscrizione, e che il titolo vedrà la luce anche sui dispositivi OSX, iOS e Android, sia smartphone che tablet.

Passando a roba un po’ più grossa, sono stati fatti grandi annunci su Fallout 4: saranno a breve rilasciati Contraptions e Vault Tec per il Workshop, e poi Nuka World ad agosto. Se il primo di questi contenuti aggiungerà nuovi elementi all’officina, e il secondo permetterà di costruire il proprio vault, il terzo pare permetterà di esplorare una nuova area, nello specifico quella in cui è prodotta la Nuka Cola. Inoltre, nel caso vi interessi, anche se non vedo perché non dovreste preferirlo su smartphone, Fallout Shelter verrà rilasciato anche su PC a luglio, e verrà presto aggiornato introducendo nuove armi, un nuovo sistema di combattimento e nuove quest.

Annuncio successivo, già citofonatissimo, è stato invece quello di una versione remastered di Skyrim, che puntualmente sta per arrivare. La nuova edizione, da quanto mostrato, si discosta effettivamente molto dal punto di vista visivo da quanto abbiamo già potuto apprezzare su Playstation 3 e Xbox 360, dal momento che sono state aggiunte luci dinamiche, profondità di campo migliorata e nuovi shaders per acqua e neve. La mole poligonale è decisamente migliore, così come la ricchezza dei dettagli. Verranno anche rese disponibili le mod su console, e bisogna ammettere che quest’ultimo punto, che sembra essere un nuovo trend per Bethesda, è decisamente gradito.

Dopo tutto questo ripescare dalle glorie del passato, è apparso sul palco Raphael Colantonio di Arkane Studios, quelli di Dishonored se siete stati distratti negli ultimi cinque anni, che ha detto di stare a lavoro da un bel po’ su un nuovo progetto. Parte così un bel trailer in soggettiva, ambientato in una bella casa sci fi sbrillucicante, ma in un batter d’occhio ci trascina in una base spaziale piena di alieni a cui sparare. Poi esce fuori la scritta Prey. Esatto, quello sparatutto coatto da morire in cui nei panni di un nativo americano bisognava spaccare demoni. Ora lo fanno gli Arkane, e pare tra l’altro che verrà sceneggiato da Avellone, quello che è un fenomeno a scrivere i giochi di ruolo. E’ tutto troppo confuso per me, però al Quakecon ci diranno di più, e aspetto speranzoso agosto.

Saltiamo di sparatutto in sparatutto, perché in un video di presentazione ci viene fatto un riassuntino degli ultimi mesi su Doom, mentre veniamo rassicurati che ci saranno prossimi DLC gratuiti per tutti, che includeranno nuove modalità di gioco, come un cattura la bandiera e una modalità di controllo di determinate aree. Poi ovviamente id batte cassa, e ci avvertono che a breve vedrà la luce anche un nuovo DLC premium, Unto The Evil, che includerà nuove mappe, nuovi pezzi di armature, nuove armi e una nuova trasformazione in demone.

Torniamo poi a The Elder Scrolls, Online questo giro, dal momento che è stata annunciata una nuova espansione disponibile dalla settimana prossima, nella quale sarà resa disponibile la gilda degli assassini. Dal video mostrato sembra tutto molto stealth e molto dark, in modo piuttosto disturbante. Inoltre entro fine anno verrà rilasciata Tamriel One, una patch gratuità che permetterà a tutti i giocatori di iniziare ad esplorare tutto il mondo di gioco fin dalla fine del tutorial, rimuovendo i limiti di livello ora necessari per esplorare determinate aree.

In un breve siparietto ci viene poi fatto sapere che Bethesda sta lavorando alle versioni VR di Doom e di Fallout 4, che vedranno la luce in esclusiva per HTC Vive, ma non ci interessa, perché poi viene mollata la bomba appena ventilata in apertura dell’evento (non ve l’ho detto prima per farvi la sorpresa).

https://www.youtube.com/watch?v=lNFtACeifcU

Un video di gameplay di Dishonored 2 fa la sua comparsa, diversi video a dire la verità, ed è tutto bello bello in modo assurdo: per prima cosa ci viene raccontato come è stato realizzato il mondo di gioco, e come l’attenzione è stata rivolta interamente alla creazione di una solidissima lore, piena di elementi sociali, culturali ed economici, così da fare in modo che il mondo sia percepito dal giocatore come vivo ed esistente da prima di quello che effettivamente succede nel gioco. La protagonista sarà questa volta Emily, la ragazzina del primo episodio, che sarà affiancata da Corvo Attano; entrambi i personaggi saranno così giocabili, permettendoci di avere punti di vista differenti sugli eventi, oltre ad offrire due approcci diversi all’azione, dati i differenti poteri di cui i due possono fregiarsi. Il level design sarà ancora più attento all’utilizzo della verticalità, come se nel primo ci fosse da lamentarsi, e gli ambienti saranno distruttibili. Inoltre sono stati mostrati alcuni diversi di gestire determinate situazioni, dei nuovi poteri e delle nuove armi, oltre ad un gadget che permette di vedere indietro nel tempo e di switchare tra due epoche storiche, con un click, aprendo ad enormi possibilità sui puzzle ambientali e la libertà di approccio. Tanto per finire con il botto, una limited edition è stata mostrata, e sarà effettivamente limited in quanto numerata, conterrà una replica della maschera di Corvo, e con il preorder verrà regalata una copia della Definitive Edition del primo episodio. Non so davvero cos’altro dire, se non bravi Arkane.

No more articles