Emilia Clarke spiega i motivi che l’hanno portata a entrare nell’MCU e nel cast di Secret Invasion

In una recente intervista con Comic Book, la Madre dei Draghi di Game of Thrones, Emilia Clarke, ha avuto modo di spiegare ai fan i motivi che l’hanno spinta verso l’MCU e verso la serie di Secret Invasion.

La conferma del suo coinvolgimento nello show targato Disney Plus, arrivò lo scorso Aprile, tuttavia non venne rivelato quale sarà il suo ruolo. Al suo fianco, nel cast della serie, vi saranno anche Samuel L. Jackson, Ben Mendelsohn, Kingsley Ben-Adir e Olivia Colman.

Durante l’intervista organizzata per parlare del suo fumetto, M.O.M. – Mother of Madness, l’attrice inglese ha illustrato i motivi che l’hanno portata a entrare nella grande famiglia dei Marvel Studios, una famiglia che ha già accolto altri “orfani” di Game of Thrones, ossia Richard Madden e Kit Harington entrambi parte del cast di Eternals.

“Penso semplicemente che quello che stanno facendo in questo momento sia entusiasmante e molto figo” ha dichiarato la Clarke, “Ho la sensazione che siano un po’ come la Apple del mondo del cinema. Esser parte della loro famiglia, mi fa sentire ‘O mio Dio, sono la bambina cool del gruppo. Che figo!’. Parlando seriamente, le persone che stanno realizzando tutto questo sono ciò che mi ha spinto a volerne esser parte. Sono convinta che i cuori e le menti di tutti, stiano facendo la cosa giusta con questo progetto.”

emilia clarke secret invasion

La serie di Secret Invasion

Sebbene buona parte delle informazioni relative alla serie TV di Secret Invasion, siano ancora avvolte da una fitta nebbia di mistero, i lettori di casa Marvel avranno già una mezza idea di quello che potrà accadere nello show.

Ispirata alla run fumettistica del 2008, la serie che Kevin Feige ha definito uno dei suoi progetti più ambiziosi, dovrebbe vedere Nick Fury (Samuel L. Jackson) e Talos (Ben Mendelsohn) alle prese con un’invasione di Skrull.

Per quanto concerne il team creativo, alla cabina di regia vedremo Thomas Bezucha e Ali Selim, mentre Kyle Bradstreet figurerà come sceneggiatore e produttore.

Romano di nascita, nerd per passione, amante di Final Fantasy, di Batman e dei Cavalieri dello Zodiaco. Parla poco ma ascolta e osserva molto, sente un’affinità smodata con i lupi e spera di rincarnarsi in uno di loro. Cede spesso alle tentazioni della rabbia con picchi che creano terremoti in Cina per l’Effetto Farfalla e odia la piega che sta prendendo l’Universo-Videoludico negli ultimi anni.