L’Eternauta di Héctor Oesterheld diventerà una serie TV prodotta da Netflix?

Secondo quanto riportato dal giornalista Jorge Rigal sul proprio profilo Twitter, Netflix sembrerebbe essere intenzionata a realizzare una serie TV ispirata a L’Eternauta di Hécotr Oesterheld.

Il CEO dell’azienda, Reed Hastings, ha incontrato il presidente argentino Alberto Fernández per discutere di come poter ampliare il proprio numero di abbonati, in un paese dove, al momento, se ne contano bel 4 milioni e mezzo.

Dal meeting sembrerebbe essere emersa l’intenzione del colosso dell’intrattenimento in streaming, di produrre una serie televisiva ispirata alla celebre opera fumettistica di genere fantascientifico, scritta da Oesterheld e in base a quanto emerso dal tweet di Jorge Rial, Netflix avrebbe stanziato ben 15 milioni di dollari per realizzarla. Un budget non indifferente, che la trasformerebbe nella “prima grande produzione argentina per la piattaforma.”

Come sapranno i fan del mondo del fumetto, parliamo di un’opera molto importate e altrettanto amata, incentrata sulla figura dell’eternauta Khruner che si ritrova nella casa di uno scrittore, al quale racconterà la propria storia. Una storia caratterizzata dallo sterminio della popolazione di Buenos Aires perpetrato da una crudele razza di alieni invasori, a bordo delle proprie astronavi; di una guerra impari combattuta da crudeli conquistatori e dalla resistenza composta dai “pochi” sopravvissuti, tra i quali lo stesso Khruner.

eternauta serie tv

Una prima versione dell’opera venne pubblicata nel 1956 ed era arricchita dai disegni di Francisco Solano López. Tuttavia, nel 1969, Oesterheld decise di riscrivere L’Eternauta e rendere ancora più chiari i riferimenti alla situazione politica argentina di quegli anni, e stavolta venne rappresentata da Alberto Breccia, che diede forma a una delle versioni più amate sia dal pubblico che dalla critica.

Come sempre, vi invitiamo a farci sapere la vostra in merito: che ne pensate di una possibile serie TV tratta dal fumetto di Hécotr Oesterheld?

No more articles