Il producer e il director di Fatal Frame confermano che non vi sono piani per una remastered collection. Non ancora almeno.

Nel corso di una recente intervista con Siliconera, il producer di Fatal Frame: Maiden of Black Water, Keisuke Kikuchi, e il director del franchise, Makoto Shibata, hanno avuto modo di toccare l’argomento remastered e la possibilità di vedere una collection in futuro.

Secondo quanto dichiarato dai due, attualmente non ci sono piani in merito, anche perché la remaster di Maiden of Black Water è stata realizzata solo per celebrare il ventesimo anniversario della serie. I piani, tuttavia, potrebbero cambiare se l’inaspettato riscontro del pubblico, dovesse corrispondere a vendite particolarmente alte. Un’eventualità che aprirebbe la strada a diverse possibilità.

“[Fatal Frame: Maiden of Black Water] è il titolo che abbiamo preparato per il ventesimo anniversario della serie” ha spiegato Keisuke Kikuchi in merito alla possibilità di vedere una collection in HD, “e al momento non abbiamo alcun piano relativo ad altri titoli. Tuttavia, la risposta del pubblico è stata molto più positiva di quanto ci aspettassimo, dunque continueremo a pensarci in futuro.

Mai dire mai, dunque, soprattutto in un’industria decennale come quella videoludica, nella quale, spesso e volentieri, vengono “riportati in vita” franchise considerati morti e sepolti. No pun intended.

fatal frame remastered collection

Ritorno sul Monte Hikami

Ambientato nella località fittizia delle Hikami Mountain – anche nota come Hikamiyama – Fatal Frame: Maiden of Black Water racconta una storia vissuta da tre personaggi differenti: Yuri Kozukata, dotata di capacità sovrannaturali grazie alle quali può far tornare indietro coloro che si sono perduti nel mondo delle ombre; Ren Hojo, giovane scrittore e amico di Yuri; e Miu Hinasaki, figlia di Miku Hinasaki.

Esattamente come i titoli precedenti della serie di Fatal Frame, le aree dell’Hikami Mountain saranno infestate da spiriti aggressivi e l’unica arma in possesso dei giocatori sarà la Camera Oscura, una macchina fotografica con la quale scattare foto ai fantasmi, unico modo per poterli bandire. Ogni scatto causerà danni ai fantasmi che emetteranno dei Frammenti Spiritici e se si riuscirà a catturare in una sola immagine sia lo spirito che i frammenti, s’innescherà l’attacco speciale “Fatal Frame Attack”. La macchina fotografica potrà anche essere potenziata equipaggiandola con lenti aggiuntive e diverse pellicole, ottenendo diversi bonus ad attacco e difesa.

fatal frame remastered collection

Nel corso del loro viaggio, i tre protagonisti di Maiden of Black Water incontreranno spiriti di diversa natura, ciascuno con una propria storia, tutte collegate alla misteriosa figura di Ose Kurosawa. Inoltre, questa nuova versione del gioco includerà la nuova “Photo Mode” che consentirà ai giocatori di personalizzare i propri scatti, cambiando i personaggi e aggiungendo anche varie tipologie di effetti. Saranno inoltre inseriti nuovi costumi e accessori trai quali:

  • “Punk Ensemble” – Yuri
  • “Cutesy Goth Ensemble (Black)” – Yuri
  • “Swimsuit (Blue)” – Yuri
  • “Triathlon Suit” – Yuri
  • “Miku Hinasaki Outfit (The Tormented)” – Miku
  • “Cutesy Goth Ensemble (White)” – Miku
  • “Swimsuit (Yellow)” – Miku
  • “Groom’s Outfit” – Ren

Prima di chiudere, vi ricordiamo che Fatal Frame: Maiden of Black Water, sarà disponibile dal 28 Ottobre su Nintendo Switch, PlayStation 4, PlayStation 5, Xbox One, Xbox Series X|S e per PC via Steam

Romano di nascita, nerd per passione, amante di Final Fantasy, di Batman e dei Cavalieri dello Zodiaco. Parla poco ma ascolta e osserva molto, sente un’affinità smodata con i lupi e spera di rincarnarsi in uno di loro. Cede spesso alle tentazioni della rabbia con picchi che creano terremoti in Cina per l’Effetto Farfalla e odia la piega che sta prendendo l’Universo-Videoludico negli ultimi anni.