Continua la crisi di GameStop e nuovi licenziamenti colpiscono anche la redazione di Game Informer

La crisi che sta colpendo GameStop non sembra destinata ad arrestarsi e oggi veniamo a conoscenza di una nuova ondata di licenziamenti, che ha coinvolto anche la redazione di Game Informer.

Secondo le informazioni diffuse da Forbes, i vertici della popolare catena specializzata nella vendita di videogiochi, hanno deciso di licenziare ben 120 persone, pari a circa il 14% del totale dei propri impiegati.

Un rappresentante della compagnia ha motivato questa decisione spiegando che è stata presa “al fine di ridurre i costi e allineare l’organizzazione con gli sforzi fatti per ottimizzare il business e andare incontro agli obiettivi futuri della compagnia.”

gamestop licenziamenti game informer

Come vi abbiamo detto in apertura di notizia, anche parte dello staff del popolare magazine di proprietà di GameStop, Game Informer, è stato colpito da questa nuova ondata di licenziamenti.

Tra i membri della redazione coinvolti troviamo nomi come Elise Favis, Kyle Hilliard, Imran Khan, Jeff Marchiafava, Suriel Vazquez e Matt Bertz che sul proprio profilo twitter scrive:

“Oggi GameStop mi ha detto che non lavoro più per Game Informer. Ero molto fiero di dirigere e lavorare insieme a un team incredibile composto da editor, designer, scrittori, podcaster, programmatori, cameraman e giocatori. Per me saranno sempre una famiglia.”

 

La notizia ha, comprensibilmente, colpito nel profondo anche il resto della redazione di Game Informer.

Kimberly Wallace, ad esempio, sul proprio profilo twitter scrive di aver “perso metà della propria famiglia” rassicurando i lettori in merito alla propria posizione e invitandoli a “pensare a tutte quelle persone di talento con le quale ho lavorato che sono ora in cerca di nuove opportunità lavorative.”

 

Questa nuova ondata di licenziamenti giunge a meno di un mese di distanza da quella che ha colpito circa 50 dipendenti agli inizi del mese e la situazione non sembra destinata a migliorare in tempi brevi.

Voi che ne pensate in merito? Secondo voi riuscirà un colosso come GameStop a risollevarsi da questa crisi?

No more articles