Netflix annuncia la terza stagione de I giocattoli della nostra infanzia (The Toys That Made Us). Quali giochi ci saranno?

Molti si chiedevano ormai se I giocattoli della nostra infanzia fosse stato cancellato o meno, vista la mancanza di notizie dal Comic-Con dell’anno scorso. Durante quello del 2019 invece, finalmente, Netflix annuncia in maniera ufficiale la terza stagione dello show ed anche uno spin-off.

Ha parlato il creatore della serie, Brian Volk-Weiss, e ha detto che I giocattoli della nostra infanzia 3 è in arrivo, sebbene non ci sia ancora una data di uscita ufficiale, “a causa di molte questioni legali”.

Ma ad ogni modo il fatto che una terza stagione sia programmata è già qualcosa.
Che cosa c’è in serbo per il futuro dello show che ci parla dei giocattoli che abbiamo così tanto amato? Nella terza stagione ci saranno Le tartarughe Ninja, i Power Rangers, My Little Pony e i lottatori di Wrestling.

giocattoli nostra infanzia 3 (2)

Inoltre con l’occasione è stata anche annunciata una nuova serie spin-off di The toy that made us, che dovrebbe uscire sempre nel 2019. Netflix e The Nacelle Company, ovvero le menti dietro la serie documentaristica, ci faranno fare un nuovo ma altrettanto profondo tuffo nella nostalgia e nella cultura pop che ha stregato le masse.

Il titolo dovrebbe essere “The Movies That Made Us” e “Vi farà incitare John McClane e Kevin McCallister; vi farà ballare tutta la notte con Johnny e Baby, ci saranno i Ghostbusters molto altro”, secondo una sinossi di Netflix.
Brian Volk Weiss, fondatore e CEO di Nacelle Company, dirigerà I film della nostra infanzia – The Movies That Made Us e lo produrrà insieme a Cisco Henson, Ben Frost e Jay Chapman.

Che dire? Non aspettiamo altro che il trailer de I giocattoli della nostra infanzia 3!
Secondo indiscrezioni potrebbero arrivare entrambi entro la fine del 2019. Speriamo sia davvero così.

Fonte: deadline.com

Nato e cresciuto a Roma, sono il Deputy Editor e Vice Direttore di Stay Nerd, di cui faccio parte quasi dalla sua fondazione. Sono giornalista pubblicista dal 2009 e mi sono laureato in Lettere moderne nel 2011, resistendo alla tentazione di fare come Brad Pitt e abbandonare tutto a pochi esami dalla fine, per andare a fare l'uomo-sandwich a Los Angeles. È anche il motivo per cui non ho avuto la sua stessa carriera. Ho iniziato a fare della passione per la scrittura una professione già dai tempi dell'Università, passando da riviste online, a lavorare per redazioni ministeriali, fino a qui: Stay Nerd. Da poco tempo mi occupo anche della comunicazione di un Dipartimento ASL. Oltre al cinema e a Scarlett Johansson, amo il calcio, l'Inghilterra, la musica britpop, Christopher Nolan, la malinconia dei film coreani (ma pure la malinconia e basta), Francesco Totti, i navigli di Milano (vabbè, so' un romano atipico), la pizza e la carbonara. I miei film preferiti sono: C'era una volta in America, La dolce vita, Inception, Dunkirk, The Prestige, Time di Kim Ki-Duk, Fight Club, Papillon (quello vero), Arancia Meccanica, Coffee and cigarettes, e adesso smetto sennò non mi fermo più. Nel tempo libero sono il sosia ufficiale di Ryan Gosling, grazie ad una somiglianza che continuano inspiegabilmente a vedere tutti tranne mia madre e le mie ex ragazze. Per fortuna la mia attuale sì, ma credo soltanto perché voglia assecondare la mia pazzia.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui