“Svolta verde” per Google: rimuove da YouTube gli avvisi pubblicitari per i video che negano i cambiamenti climatici

Google ha deciso di dare un giro di vite ai video di YouTube che negano i cambiamenti climitaci o che diffonderanno false notizie al riguardo. Per questi contenuti non sarà più possibile inserire avvisi e quindi permettere ai proprietari dei canali in questione di ottenere dei guadagni. Una scelta, quella della demonetizzazione, che mette in chiaro quale sia la posizione della compagnia di Mountain View nei confronti dell’emergenza climatica vissuta dal nostro pianeta.

Gli YouTuber che caricheranno video “contenenti informazioni false” sul cambiamento climatico verranno quindi privati della possibilità di ottenere guadagni dagli stessi. Tuttavia sarà ancora possibile caricarli sul sito.

Una scelta che un portavoce di Google ha voluto commentare, difendendo una scelta che ha ovviamente scatenato rimostranze negli utenti di YouTube che non credono nei cambiamenti climitatici.

Google youtube cambiamenti climatici

Le parole di Google: niente sponsor per i video YouTube che diffondono informazioni false sui cambiamenti climatici

“Negli ultimi anni, un numero crescente di nostri partner pubblicitari ed editori ha espresso preoccupazione per gli annunci che vengono pubblicati insieme a video che promuovono affermazioni inesatte sui cambiamenti climatici”, ha affermato il colosso di internet nell’annunciare la nuova politica, che è entrata in vigore nella giornata di giovedì. “Gli inserzionisti semplicemente non vogliono che i loro annunci vengano visualizzati accanto a questo tipo di contenuto. E gli editori e i creatori non vogliono che gli annunci che promuovono queste affermazioni appaiano sulle loro pagine o sui loro video”.

Google ha anche affermato che prenderà in considerazione il contesto in cui vengono fatte le affermazioni. “Ci sarà differenza tra i contenuti che promuovono una falsa affermazione come un fatto, rispetto ai contenuti che riportano o discutono tale affermazione”. Un video di YouTube che discute un’informazione falsa sui cambiamenti climatici per sottoporla ad analisi critica non cadrà quindi sotto la scure della nuova politica di Google.

Come sempre lasciamo a voi la parola. Cosa ne pensate di questa nuova politica del colosso di Mountain View? Lasciateci un commento!

(fonte)

Genovese, classe 1988. Laureato in Scienze Storiche, Archivistiche e Librarie, Federico dedica la maggior parte del suo tempo a leggere cose che vanno dal fantastico estremo all'intellettuale frustrato. Autore di quattro romanzi scritti mentre cercava di diventare docente di storia, al momento è il primo nella lista di quelli da mettere al muro quando arriverà la rivoluzione letteraria e il fantasy verrà (giustamente) bandito.