Bandiera confederata addio, non sarà in GTA Trilogy: la decisione di Rockstar Games

Rockstar Games ha preso una decisione che probabilmente farà discutere, rimuovendo la bandiera confederata da GTA Trilogy. Come forse ricorderanno i vecchi fan della saga videoludica il personaggio di Phil Cassidy presentava sulla propria maglietta proprio il simbolo degli Stati Confederati, ovvero gli stati che si erano ribellati al Governo di Washington in seguito all’elezione di Abraham Lincoln, ultimo atto di un lungo processo di divisione durato oltre trent’anni.

In seguito alla sconfitta della Confederazione la bandiera è divenuta un simbolo per molti stati del sud che chiedevano fosse riconsciuta “dignità nella resa”. Ma è anche stata eletta simbolo dei suprematisti bianchi e utilizzata dall’alt-right statunitense come proprio simbolo.

Inutile dire quindi che la decisione di Rockstar segue la linea di principio che, nel corso dell’ultimo decennio, ha visto limitare l’uso della bandiera di Dixieland solo a contesti di rievocazione ed educazione storica. Cosa che, ovviamente, ha scatenato non poche protesta da parte di alcune persone.

gta trilogy bandiera confederata

Non solo GTA Trilogy: diversi “ban” per la bandiera confederata

La bandiera degli stati del sud non è certo nuova a simili restrizioni in ambito videoludico. In passato era stata limitata su tutti i giochi distribuiti da Apple e su Forza Motorsport.

Questo ultimo ban aveva fatto discutere parecchio i giocatori. Molti, infatti, avevano scelto di utilizzare la bandiera unicamente per rievocare la serie televisiva Hazzard, senza che vi fosse un vero intento razzista al suo interno. Ovviamente questo genere di distizione non era attuabile sul gioco. Con buona pace di quanti volevano rievocare la General Lee dei fratelli Duke (a sua volta un riferimento a Robert E. Lee, comandante supremo delle milizie del sud durante la guerra di secessione).

Tocca ora a Phil Cassidy rinunciare alle sue magliette con la bandiera confederata, cosa che, siamo tristemente certi, non sarà accettata da tutti i giocatori di GTA Trilogy.

(fonte: ScreenRant)

Genovese, classe 1988. Laureato in Scienze Storiche, Archivistiche e Librarie, Federico dedica la maggior parte del suo tempo a leggere cose che vanno dal fantastico estremo all'intellettuale frustrato. Autore di quattro romanzi scritti mentre cercava di diventare docente di storia, al momento è il primo nella lista di quelli da mettere al muro quando arriverà la rivoluzione letteraria e il fantasy verrà (giustamente) bandito.