Henry Cavill e la ricerca del realismo: sul set di The Witcher si rotolava nel fango, per la gioia dei costumisti

Lavorare sul set di The Witcher non dev’essere stato facile per i costumisti: in un mondo dove i personaggi sono costantemente a contatto con sangue, fango e sporcizia varia deve avergli reso la vita piuttosto complicata, e la presenza di un perfezionista come Henry Cavill ancora di più.

Nonostante si tratti di un fantasy infatti, la produzione ha comunque giustamente cercato sempre di dare un tocco semi-realistico e di autenticità. Cavill nella serie interpreta il protagonista, Geralt di Rivia, un cacciatore di mostri che dunque per ovvi motivi non deve aver avuto dei vestiti molto puliti.

henry cavill witcher costumisti

E l’attore prendeva molto sul serio questa ricerca di autenticità e di realismo, tanto da… rotolarsi nel fango per sporcarsi di più. Lo ha raccontato lo stesso Cavill durante una recente intervista:

“I costumirsi, soprattutto verso la fine, erano piuttosto inorriditi per colpa mia. Prima delle scene mi guardavo e dicevo “C’è bisogno di più sporcizia su di me”, e loro venivano con questa roba piccola, come se mi spruzzassero un po’ di polvere addosso. E io dicevo “No ragazzi, non è abbastanza”, e così me ne andavo a stare sotto la pioggia, a volte mi rotolavo nelle pozzanghere.”

Insomma un metodo forse un po’ poco ortodosso, e di sicuro i costumisti avranno avuto il loro bel da fare, ma forse alla fine ha funzionato. Voi che dite?

Nel frattempo la seconda stagione di The Witcher è ancora ferma, ma per fortuna c’è una data per tornare a girare: le riprese ricominceranno il 17 Agosto. Nel cast torneranno, oltre naturalmente a Henry Cavill, anche Anya Chalotra, Freya Allan e ci saranno anche tanti altri nuovi ingressi, tra cui quello di Kristofer Hivju, il Tormund di Game of Thrones.

(Fonte: Comic Book)

No more articles