Hollywood brucia, ma Clint Eastwood resta: “Devo finire”

Clint Eastwood non fugge di fronte a nulla, nemmeno dinanzi alle fiamme. La zona degli studios della Warner Bros a Hollywood sta bruciando, così come purtroppo gran parte della California, devastata dai continui incendi di questi giorni.

Sul posto giungono i pompieri, che invitano tutti ad evacuare ma c’è chi non è affatto d’accordo. Come i personaggi che ha spesso interpretato, Clint Eastwood si dimostra sprezzante del pericolo e le fiamme che circondano la zona e gli edifici sembrano non impensierire minimamente il texano dagli occhi di ghiaccio, affaccendato sul set di Richard Jewell, il suo nuovo film.

clint eastwood hollywood

Pare proprio che il regista abbia scansato la sicurezza, rientrando negli studios motivando la sua decisione con la frase “Devo finire un lavoro”.
A raccontarlo è il figlio Scott Eastwood, in un video condiviso sul proprio account Instagram in cui si vede tanto fumo intorno alla scritta Warner Bros e si percepiscono nitidamente le sirene in sottofondo. Ecco il post dell’attore, figlio del buon vecchio Clint:

Questo è di un paio d’ore fa. La sicurezza ci ha detto di evacuare lo studio. Ma mio padre di 89 anni ha detto: “No, sto bene. Ho del lavoro da fare.” Poi siamo andati in fase di mixaggio e tutti hanno visto il suo nuovo film Richard Jewell. Come direbbe lui: “Torna al lavoro e chiudi il becco”. Storia vera.

 

No more articles