Alcune questioni di Game of Thrones verranno lasciate in sospeso?

Quando mancano ormai poco più di due settimane alla messa in onda del primo episodio di Game of Thrones 8, il finale della serie è sempre al centro delle discussioni dei fan.

Tutte le teorie e le supposizioni fatte nel corso di queste otto stagioni troveranno finalmente una conferma o una smentita, e scopriremo se la fazione per cui abbiamo tifato uscirà alla fine trionfatrice o sconfitta dalla battaglia finale.

Stando ad uno degli attori principali della serie, Iain Glen, che nella serie interpreta Ser Jorah Mormont, la serie non risponderà a tutte le domande, per cui c’è la possibilità che il finale non soddisfi proprio tutti i palati.

Ecco le sue dichiarazioni: “Quando ho letto gli script ho pensato “Eccolo, ce l’hanno fatta”. Quel bilanciamento di saziare il desiderio della gente di completare le cose, ma lasciare al contempo abbastanza domande in sospeso per lasciargli immaginare cosa succederà in futuro, sia a livello individuale per i vari personaggi, sia globale per il mondo di Game of Thrones”.

Non sarà dunque di certo un finale aperto, ma sembra che gli sceneggiatori vogliano utilizzare qualche escamotage per far riflettere gli spettatori, e fargli immaginare in prima persona le conseguenze che lo stesso finale della serie avrà per il mondo di Westeros.

Si tratta di una scelta giusta secondo voi?

(Fonte: Winter is Coming)

Diplomato al liceo classico e all'istituto alberghiero, giusto per non farsi mancare niente, Gabriele gioca ai videogiochi da quando Pac-Man era ancora single, e inizia a scriverne poco dopo. Si muove perfettamente a suo agio, nonostante l'imponente mole, anche in campi come serie TV, cinema, libri e musica, e collabora con importanti siti del settore. Mangia schifezze che lo fanno ingrassare, odia il caldo, ama girare per centri commerciali, secondo alcuni è in realtà il mostro di Stranger Things. Lui non conferma né smentisce. Ha un'inspiegabile simpatia per la Sampdoria.