La febbre del remake e dei reboot ha contagiato un po’ tutta Hollywood e sempre più film si stanno piegando a questa legge del mercato.

Chi potrebbe uscirne intatto è però un film tanto caro a noi nerdoni e in generale a tutti quelli cresciuti a cavallo tra gli ’80 e i ’90: Ritorno al futuro.

Lo stesso regista, Robert Zemeckis ne ha parlato in un’intervista al The Telegraph: “È una cosa che non potrà mai accadere finché io e Bob non saremo morti. Poi sono sicuro che ci proverebbero, a meno che non ci sia un modo per impedirlo da parte della nostra proprietà fondiaria”.

Dovranno passare sul loro cadavere insomma, e non è un modo di dire, visto che da contratto sono lui e Bob Gale ad avere il totale controllo del film fino alla loro morte.

Prosegue Zemeckis: “È come dire “Rifacciamo Quarto Potere. Chi ingaggiamo per la parte di Kane?”. Che follia sarebbe mai questa? Perché qualcuno dovrebbe farlo?”

In sostanza il film va già bene così, è già leggendario e non si sente proprio l’esigenza di vederlo snaturato per ottenere guadagni facili. Speriamo sia davvero così.

Diplomato al liceo classico e all'istituto alberghiero, giusto per non farsi mancare niente, Gabriele gioca ai videogiochi da quando Pac-Man era ancora single, e inizia a scriverne poco dopo. Si muove perfettamente a suo agio, nonostante l'imponente mole, anche in campi come serie TV, cinema, libri e musica, e collabora con importanti siti del settore. Mangia schifezze che lo fanno ingrassare, odia il caldo, ama girare per centri commerciali, secondo alcuni è in realtà il mostro di Stranger Things. Lui non conferma né smentisce. Ha un'inspiegabile simpatia per la Sampdoria.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui