Netflix annuncia la data di debutto di Komi Can’t Communicate, in arrivo sulla piattaforma il 21 Ottobre

A distanza di due settimane dal debutto in Giappone, la serie anime di Komi Can’t Communicate approderà anche in occidente, dove sarà aggiunta al catalogo di casa Netflix il prossimo 21 Ottobre. Ad annunciarlo è la stessa piattaforma streaming, che divulga anche un trailer, sottotitolato in inglese, che potete vedere di seguito.

La storia di Komi

Serializzato dal 2016 sul noto settimanale nipponico Weekly Shonen Sunday, Komi Can’t Comunicate (Komi-san wa, komyushō desu) è stato scritto e disegnato da Tomohito Oda. Protagonista dell’opera è Komi, una ragazza liceale affetta da gravi disturbi di ansia sociale, che la portano ad avere serie problemi di comunicazione.

Nonostante l’apparente chiusura caratteriale, la ragazza diventa molto popolare tra i propri compagni di classe – complice anche la delicatezza e raffinatezza del suo aspetto fisico – una popolarità che la porterà a fare la conoscenza dell’altrettanto timido Hitohito Tadano. Da quel momento le cose cambieranno per entrambi: Tadano s’imbarcherà nella missione di aiutare Komi a stringere 100 amicizie… e Komi si ritroverà “costretta” a trovare un modo per comunicare con gli altri.

komi can't communicate netflix

La serie di Komi Cant’ Communicate sarà diretta da Ayumu Watanabe (Misterious Girlfriend X) mentre Kazuki Kawagoe (Beyblade Burst) farà da assistente alla regia. Atskuko Nakajima (Ranma ½) si occuperà del design dei personaggi mentre a Deko Akao (Noragami), sarà affidato lo script della Series Composition.

Per quanto concerne il cast originale, vedremo Aoi Koga dare la propria voce alla protagonista, Komi, Tadano sarà doppiato da Gakuto Kajiwara, Osana avrà la voce di Rie Murakawa, Rina Hidaka sarà Ren Yamai, Rumi Okubo interpreterà Omoharu Nakanaka, Yukiyo Fujii darà la propria voce a Himiko Agari, Ami Maeshima sarà Makeru Yadano e Sarah Emi Bridcutt interpreterà Akako Onigashima.

Fonte: ANN

Romano di nascita, nerd per passione, amante di Final Fantasy, di Batman e dei Cavalieri dello Zodiaco. Parla poco ma ascolta e osserva molto, sente un’affinità smodata con i lupi e spera di rincarnarsi in uno di loro. Cede spesso alle tentazioni della rabbia con picchi che creano terremoti in Cina per l’Effetto Farfalla e odia la piega che sta prendendo l’Universo-Videoludico negli ultimi anni.