Il libro Let the Right One In diverrà una serie TV

Ci sono notizie riguardanti il libro horror romantico dello svedese John Ajvide Lindqvist, Let The Right One In, che diverrà una serie televisiva. Il romanzo era già stato trasposto in un film del 2008, diretto da Tomas Alfredson, che aveva ottenuto un riscontro praticamente unanime di critica e di pubblico, ricevendo anche numerosi rinoscimenti.

La storia ruota attorno al padre di una vampira dodicenne che stringe amicizia conla sua vicina di casa, una madre single e detective della polizia, che è felice di vedere suo figlio fare amicizia con la ragazza della porta accanti. Almeno finché non scoprirà il segreto della famiglia.

Nel cast saranno presenti Demian Bichir nel ruolo del padre. Madison Taylor Baez sarà la giovane vampira. Anika Noni Rose sarà la vicina detective. Anche Grace Gummer, che è nota per aver fatto parte di Mr. Robot, farà parte del cast dello show televisivo.

let right one in serie tv

Let the right one in diverrà una serie Tv

La serie prodotta da Showtime verrà scritta dallo showrunner Andrew Hinderaker (creatore di Away e scrittore di Penny Dreadful). Come detto sarà la terza volta che il romanzo di Lindqvist verrà adattato, dopo il film svedese del 2008 e un dimenticabile remake americano, Let Me In, incapace di scaldare il cuore di critica e pubblico. Lo show, nelle descrizioni dell’emittente alla stampa, è stato descritto come basato sul romanzo e sul film svedese.

Seith Mann (Homeland) ha diretto il pilot e stando a quanto riportato dovrebbe dirigere anche altri dieci episodi della serie. Non ci resta che lasciare a voi lettori la parola! Avete letto il romanzo o visto il film di Let the Right One In? Diteci cosa ne pensate di questo nuovo progetto! Lasciateci un commento e partecipate con noi alla discussione!

(fonte; Tor)

Genovese, classe 1988. Laureato in Scienze Storiche, Archivistiche e Librarie, Federico dedica la maggior parte del suo tempo a leggere cose che vanno dal fantastico estremo all'intellettuale frustrato. Autore di quattro romanzi scritti mentre cercava di diventare docente di storia, al momento è il primo nella lista di quelli da mettere al muro quando arriverà la rivoluzione letteraria e il fantasy verrà (giustamente) bandito.