Intervistato da Eurogamer.netAaryn Flynn, vice presidente Bioware, e Mac Walters, hanno avuto modo di discutere sul nuovo titolo sviluppato dalla compagnia, Mass Effect Andromeda, che non terrà conto delle scelte fatte durante la prima trilogia.

“Volevamo che fosse una storia completamente nuova, ma cosa più complessa era cercare di far capire al pubblico, come si è conclusa la prima trilogia” ha detto Flynn, aggiungendo che “Ogni decisione compiuta, entrerà a far parte dei canoni dell’universo, ma permetterà lo stesso d’iniziare una nuova storia da zero”.

“Sarà sicuramente una nuova storia” dichiara Walters “ma volevamo comunque inserire degli elementi che i giocatori potessero riconoscere ed esclamare ‘oh me lo ricordo quel personaggio’. Esiste una coalizione tra le razze aliene della Via Lattea, e dovevamo fare in modo che, le più familiari tra di esse, accompagnassero il giocatore alla scoperta di nuove specie con le quali rapportarsi. Come da tradizione di Mass Effect, alcuni di loro saranno ben felici di collaborare, altri un po’ meno.”

Nel medesimo incontro, è stata anche spiegata la motivazione che ha spinto EA a non presentare qualcosa di più corposo sul titolo, durante la conferenza tenutasi sul palco dell’E3.

“Avremmo sicuramente potuto mostrare qualche contenuto in più” risponde Flynn “ma il titolo verrà pubblicata la prossima primavera, quindi aspetteremoil lancio degli altri titoli [Titanfall 2, Battlefield 1] della compagnia, prima di mostrare tutto quello che abbiamo preparato. Lo sviluppo è in perfetta salute. Dragon Age: Origins venne sviluppato in sei anni. Star Wars: The Old Republic idem. Il primo Mass Effect in quattro anni. Forse non siamo semplicemente i più veloci!”

Vi ricordiamo che il prossimo Novembre, si terrà l’annuale N7 Day, ed è altamente probabile che vedremo altro materiale su Mass Effect Andromeda, durante l’evento dedicato al brand.

No more articles