Phantom Dust non è stato cancellato, o almeno così sembrerebbe. Microsoft, infatti, ha richiesto lo scorso gennaio la registrazione del copyright del titolo presso  lo United States Patent and Trademark Office.

Dall’immagine sottostante, si può notare che il brevetto rientra nelle categorie di game software e online game software rispettivamente denotate come classi 009 e 041. L’appartenenza alla seconda classe non implica necessariamente la presenza del comparto multiplayer, infatti appartengono a tale classe tutti i software facenti uso della connessione.

pd

(Fonte: dualshockers)

No more articles