I migliori anime di Production I.G da vedere almeno una volta!

Production I.G è uno studio di animazione di film come Ghost in the Shell e la sequenza animata in Kill Bill: Volume 1, nonché collaboratrice di altri film anime tra cui La Città Incantata, Il castello Errante di Howl e i film di Neon Genesis Evangelion. Con tali premesse ci si può aspettare solo qualità da questa casa produttrice che, infatti, è anche piuttosto prolifica. Non è stato semplice, per noi, selezionare i migliori anime della Production I.G ma ci abbiamo provato. Li avete visti tutti?

Vi potrebbero interessare anche:

Kimi ni Todoke – Arrivare a te

La premessa di questo anime di Production I.G è simpaticamente originale: la protagonista ha difficoltà a fare amicizia, nonostante la sua buona volontà, a causa della sua somiglianza con il personaggio di The Ring Sadako, sia nell’aspetto che per il nome molto simile ovvero Sawako Kuronuma. Per questo viene evitata da tutti ed è oggetto di dicerie infondate che, però, non fermano Shota Kazehaya dal rivolgerle la parola. Lui è il classico ragazzo solare e popolare ma col suo carattere socievole saprà aprire un nuovo mondo a Sawako.

La protagonista avrà un bellissimo percorso di crescita grazie a questo nuovo rapporto che, come in ogni buon shojo, si svilupperà in amore, mentre Kazehaya si rivelerà essere un ottimo co-protagonista, capace di andare oltre l’oggettiva inettitudine della ragazza per qualsiasi rapporto sociale. Sicuramente la lezione più importante che si può subito apprendere guardando Kimi ni Todoke è di non giudicare mai dalla copertina, sia per quanto riguarda la sua protagonista sia la storia in generale, che riesce a distinguersi per delicatezza e sviluppo dei personaggi da altri shojo scolastici.

Ao Haru Ride – A un passo da te

A un passo da te narra del rapporto tra i due compagni di classe Yoshioka Futaba e Kō Mabuchi. Yoshioka, in occasione del suo ingresso al liceo, ha preso una decisione: apparire diversa da come è stata per tutto il tempo delle medie! Al contrario di altre ragazze della sua età, però, non vuole apparire graziosa, anzi tutto il contrario, in modo da evitare possibili atti di bullismo che invece ha subito in precedenza per la propria bellezza. Tuttavia, nella sua stessa classe ritrova il compagno di scuola Kō, il ragazzo per cui aveva una cotta e al quale non era riuscita a dichiararsi, che però nel frattempo è decisamente cambiato, diventando piuttosto antipatico e scortese.

La Production I.G ci propone un anime slice of life con una storia d’amore adolescenziale difficile, che affronta tematiche rilevanti quali le perdite di una persona cara e la paura di non essere accettati. Anche questo è un anime scolastico imperdibile per gli amanti del genere.

 anime production i.g 3

L’Attacco dei Giganti

Un anime che quasi non ha bisogno di presentazioni, L’Attacco dei Giganti è uno shonen a sfondo politico ambientato in un mondo in cui l’umanità deve combattere ogni giorno per la propria sopravvivenza contro creature umanoidi chiamate Giganti. Fin dal primo episodio, in cui Eren Jaeger, protagonista insieme a Mikasa Ackerman e Armin Arelet, perde la sua famiglia, si viene catapultati nel bel mezzo dell’azione, che non contempla alcuno scrupolo da parte del nemico cruento nella sua violenza selvaggia. Da quel giorno Eren disprezza i giganti e giura di porre fine a questa situazione che affligge l’umanità. Crescendo Eren e i suoi amici d’infanzia si arruolano nel Corpo di Ricerca che periodicamente si avventura fuori dalle mura della città per perseguire questo obiettivo.

La Production I.G, con questo anime, ha dato vita al mondo distopico e ucronistico immaginato da Hajime Isayama svolgendo un lavoro eccelso. Uno dei numerosi punti di forza de L’attacco dei giganti è la trama piena di colpi di scena, intrighi politici e rivelazioni distribuite sapientemente nel corso della narrazione serratissima delle vicende dentro e fuori le mura che proteggono la razza umana.

Guilty Crown

Anche Guilty Crown è un anime d’ambientazione distopica, poiché tutto si svolge dopo la diffusione di un virus che ha paralizzato il Giappone. La conseguente dipendenza dagli aiuti stranieri ha quindi permesso a una società militare indipendente di controllare la nazione. Il gruppo di guerriglieri Funeral Parlour ha combattuto per anni, trovando una nuova speranza di vittoria con l’acquisizione di un super potere, ovvero la capacità di estrarre armi dall’anima delle persone. Tuttavia, un’operazione fallita costringe la portatrice del potere più opprimente, la cantante Inori (omonima dell’autrice della sigla di apertura), a conferirlo ad un suo fan, il liceale Shuu, invece che donarlo a Gai, il leader di Funeral Parlour come previsto. Il protagonista diventa allora un partecipante imprevisto nella lotta per reclamare la libertà del Giappone.

Guilty Crown è considerato uno degli anime che hanno avvicinato molti ragazzi agli anime in generale, praticamente un cult dello scorso decennio e questo è sicuramente dovuto anche alla qualità della produzione, dalla sigla di apertura fino alle animazioni di Production I.G.

anime production i.g 4

Great Pretender

False identità, false personalità, falsi comportamenti, false associazioni, è tutto falso ma anche tutto reale in questo nuovo anime di Production I.G distribuito direttamente su Netflix. Great Pretender ci mostra il mondo della truffa tra azione e comicità che non guasta, rendendo ogni nuova frode un successo. La storia segue Makoto Edamura, un piccolo truffatore giapponese, mentre prova a raggirare un turista, che tuttavia si rivela essere a sua volta un astuto ed esperto truffatore di nome Laurent Thierry. I due si uniranno le forze in diverse truffe ai danni di ricche e potenti personalità corrotte, per mettere un punto ai loro crimini o semplicemente tirar su un bel bottino da dividersi e reinvestire in nuove avventure in giro per il mondo.

Il gruppo di truffatori che conosceremo insieme a Makoto è pieno di personalità interessanti e diversificate che faranno le veci di un Robin Hood egoistico e moderno in un mondo pieno di colori affascinanti e vividissimi, caratteristica peculiare di questo anime. Se le storie di crimini apparentemente impossibili, in stile Ocean’s Eleven e non volete perdervi la splendida realizzazione grafica di questo anime, Great Pretender è un must watch garantito.

Psycho Pass

Tra giallo distopico e thriller psicologico, Psycho Pass è indubbiamente l’anime perfetto per chi vuole ama storie condite da un po’ di fantascienza. In Giappone si applica la legge prevenendo i crimini attraverso il Sibyl System, una rete razionale che determina il Coefficiente di Criminalità di un cittadino analizzandone la mente, il suo cosiddetto Psycho-Pass, per prevenire l’intento criminale dell’individuo. Akane Tsunemori è un’ispettrice alle prime armi e ha il compito di catturare ed eliminare i futuri criminali indicati dal Sistema. Ad affiancarla ci sarà una squadra di Enforcer, ex-ispettori che il sistema ha segnalato come possibili criminali, che ora lavorano per il dipartimento di polizia come esecutori di sentenze del Sistema.

Gli episodi consistono in una serie di crimini più piccoli, mentre un antagonista principale entra in scena più volte nel corso della narrazione. I temi affrontati sono vari ma tutti vedono coinvolti la morale rispetto alla tecnologia, la giustizia, il controllo sociale e la volontà e l’indole individuale. Davvero è possibile discernere in modo così netto il bene e il male?

anime production i.g

Ghost in the Shell

La Production I.G si è occupata di praticamente tutti gli adattamenti anime di Ghost in the Shell, il manga di Masamune Shirow. La trama principale vede protagonisti Daisuke Aramaki e Motoko Kusanagi, i due leader della Sezione 9, composta da membri di un’organizzazione antiterroristica d’élite incaricata di indagare sul cybercriminale che si fa chiamare il Marionettista: costui è in grado di praticare il ghost hacking, cioè la presa di controllo della mente umana, e per questo è ritenuto estremamente pericoloso dalle istituzioni.

Ancora una volta lo sviluppo tecnologico porta a enormi cambiamenti nella società e nel corpo umano e le azioni criminali legate alle nuove tecnologie hanno un risvolto non indifferente sulla moralità dei protagonisti. Ghost in the shell, insomma, è una serie poliziesca e un must dell’animazione da non tralasciare, in versione cartacea come quella animata.

Haikyuu!!

La Production I.G con l’anime di Haikyuu!! è riuscita a riportare in auge la pallavolo come non veniva fatto, forse, dai tempi di Mila e Shiro! La storia inizia con un match tra due scuole medie in cui incontriamo i due protagonisti, Hinata e Kageyama: i due sono rivali, o almeno è così che Hinata vede Kageyama dopo la sonora sconfitta inflittagli da quest’ultimo. Con l’inizio delle scuole superiori, Hinata è riuscito ad entrare alla Karasuno High School, una scuola rinomata per la sua squadra di pallavolo. Sperando di migliorare e sconfiggere Kageyama sul campo, decide di unirsi subito al club sportivo, tuttavia i suoi piani vanno a monte quando, entrando nella palestra della scuola, Hinata si trova davanti proprio il suo rivale.

Sebbene Hinata e Kageyama siano considerati i protagonisti, non oscurano il resto della squadra: ogni personaggio è ben strutturato e si distingue dagli altri, in pochissimo tempo vi troverete anche voi a tifare per la Karasuno High School nel suo insieme. Per quanto riguarda lo sport in sé, Haikyuu!! fa un lavoro eccellente nell’illustrare e animare le partite, anche per chi non ne ha mai vista una di pallavolo. Anche le strategie in gioco sono varie e dinamiche e la psicologia dei personaggi diventa fondamentale per comprendere il ruolo di ciascuno in campo.

anime prodution i.g

Noblesse

Tratto dall’omonima opera, Noblesse è una delle trasposizioni animate di manhwa coreani più conosciute. Il vampiro Cadis Etrama Di Raizel si risveglia dopo 820 anni di sonno nella Corea dei giorni nostri. Vagando per la città, giunge infine in una scuola superiore dove viene creduto un nuovo studente straniero e inserito in una classe insieme ai comuni studenti. Cercando di capire come funzioni il mondo in cui si è risvegliato, finirà per incrociare anche altri suoi simili e un‘organizzazione segreta che conduce esperimenti per ottenere la stessa forza delle creature della notte.

Su Crunchyroll è possibile guardare l’anime prodotto da Production I.G ma vi invitiamo a recuperare anche la nostra recensione dove capirete perché dovreste dare una possibilità a Noblesse.

Torinese, classe '94, vive dal 2014 a Treviso. Un tempo faceva più spesso la pendolare per raggiungere l'università di Ca' Foscari di Venezia, dove studia lingua e cultura giapponese. Nel tempo libero guadagnato evitando i ritardi di Trenitalia, oltre a studiare e fare qualche lavoretto, spende e spande nella sua fumetteria di fiducia concentrandosi soprattutto sui manga, con alcune eccezioni per gli euromanga e le graphic novel; inoltre è entrata in una spirale di dipendenza da serie TV, dopo che con Netflix si è risolto il problema dell'attesa dei nuovi episodi, ed ogni martedì molla tutto per fare giochi da tavolo fino a notte fonda. Dopo un primo tentativo con un blog personale, entra in Stay Nerd nel luglio 2018 e qui comincia la sua prima esperienza come redattrice e caposezione anime e manga, nella quale cerca di trasmettere il proprio interesse per la cultura e le tradizioni giapponesi grazie alle conoscenze acquisite.