Il Game Director Kaname Fujioka parla di Monster Hunter World: Iceborne

Con l’uscita di Monster Hunter World: Iceborne un nuovo importante tassello andrà ad aggiungersi nell’universo dell’importante franchise videoludico. Un’occasione che il game director Kaname Fujioka ha deciso di sfruttare per parlare di quello che sarà il futuro della serie col passaggio alla next gen.

Anche per Monster Hunter il passaggio a Ps5 e Xbox Scarlett sarà un momento importante per migliorarsi, ma non sarà qualcosa legato esclusivamente all’aspetto visivo dei giochi.

“Per noi non è semplicemente questione di come dare un aspetto migliore alla” ha iniziato Fujioka. “Per come la vedo io ogni volta che esce una nuova generazione di console l’hardware ha un concetto dietro, una dichiarazione di intenti di ciò che sta cercando di fare e di come vuole migliorare”.

Il fatto di avere poche informazioni sulle caratteristiche delle nuove console tuttavia rente tutto più difficile. “Non sarei in grado di dire che tipo di gioco potremmo fare in questo momento” ha spiegato il director.

Monster Hunter World: Iceborne

“Direi che per come stanno andando le cose in questo momento, stiamo entrando sempre più in un settore indipendente dall’hardware o dalla piattaforma. L’esperienza di gioco sarà probabilmente disponibile ovunque tu voglia che sia, quindi se fosse così che andranno le cose di prossima generazione, dovremmo pensare a come far funzionare il gameplay indipendentemente persino dal presupposto di essere seduti per giocare” ha concluso Fujioka.

L’espansione Monster Hunter: World – Iceborne sarà disponibile globalmente per PlayStation 4  e Xbox One (compresa Xbox One X) a partire dal 6 settembre 2019. L’uscita su PC invece avverrà nel gennaio 2020.

Su PlayStation 4 la versione beta è già disponibile per tutti gli utenti a partire da venerdì 30 agosto alle 08:59 di lunedì 2 settembre. Successivamente, sarà disponibile una beta per Xbox One dalle 09:00 di lunedì 2 settembre alle 8:59 di giovedì 5 settembre.

(fonte: DualShocker.com)

No more articles