Lo sceneggiatore di Mortal Kombat parla dei personaggi e degli errori commessi con Distruzione Totale

Greg Russo, sceneggiatore dell’atteso reboot di Mortal Kombat, ha recentemente avuto modo di parlare del film, di ciò che vedremo e degli errori commessi nel passato.

In particolar modo, Russo ha posto un particolare accento su quanto accaduto nel 1997 con Mortal Kombat – Distruzione Totale, aspramente criticato (al tempo) sia dal pubblico che dalla critica.

Parlando, ad esempio, dei personaggi che appariranno nel film, lo sceneggiatore ha dichiarato:

“Uno degli aspetti più difficili dell’adattare dei prodotti è che ci sono moltissimi personaggi. Penso che in questo caso ci siano circa 70 personaggi e non abbiamo le capacità d’inserirli nei film come visto nell’MCU, giusto? Non possiamo fare un film su Sonia, per poi realizzarne uno su Liu Kang, dunque dobbiamo passare direttamente alla modalità Avengers.”

“Quando si verifica una cosa simile nella prospettiva della storia” continua Russo “sei costretto a destreggiarti tra i diversi personaggi e ti accorgi presto di avere spazio per realizzare, si spera, solo la storia di uno di essi. Il mantra del nostro team è quello di fare questo film e farlo bene, senza pensare al resto.”

mortal kombat greg russo

Proseguendo sull’argomento, Greg Russo ha approfondito ulteriormente la questione, parlando della selezione dei personaggi.

“Dunque lo spazio è piuttosto ridotto. A questo punto bisogna fare una delle cose più difficili dal punto di vista di uno sceneggiatore ossia dirsi, ok, chi ha più senso in questo primo film? Chi ne ha maggiormente in un possibile sequel? […] Una delle lezioni lezioni che abbiamo imparato da Distruzione Totale, il secondo film, è che più tenti di ammassare cose in un solo film, più personaggi tenti di infilarci, e più rischi che vadano persi e che appaiano come buttati lì a caso. Questa è una cosa che vogliamo assolutamente evitare.”

Una dichiarazione che, siamo certi, farà felici tutti i fan del franchise, soprattutto se aggiunta a quanto detto di recente, sempre da Russo, a ComicBook:

“La nostra missione, per questo nuovo film, è sempre stata quella di non riproporre quanto è già stato visto. Penso che non attragga più nessuno ormai. Quei film esistono già. Dunque vogliamo raccontare una nuova storia che possa risultare eccitante, ma che sia comunque fedele alla lore e ai giochi che tutti conoscono e amano.”

Prima di chiudere vi ricordiamo che la data d’uscita di Mortal Kombat è fissata per il 5 marzo 2021.

Inoltre, vi ricordiamo, che il fim sarà vietato ai minori e che saranno presenti le iconiche “Fatality.”

Fonte: CB

No more articles