Nel day one di Nintendo Switch Online Expansion Pack moltissimi utenti segnalano problemi con i giochi del Nintendo 64 e del Sega Mega Drive

Non è stato un day one sereno per Nintendo Switch Online Expansion Pack quello di ieri (e di oggi per alcuni mercati), dato che moltissimi utenti che hanno scelto di sottoscrivere un abbonamento al nuovo servizio della Grande N hanno riportato problemi non di poco conto, soprattutto giocando ai vecchi titoli di Nintendo 64 e Sega Mega Drive inclusi nel pacchetto.

Ci sono talmente tanti problemi segnalati che in questo momento Nintendo probabilmente neanche saprebbe da dove cominciare: dal frame rate troppo basso all’input lag, a problemi di texture passando per un ritardo degli effetti sonori e quant’altro. Come se non bastasse, il servizio online di Nintendo non permette ai giocatori di ri-mappare i tasti del controller.

Questo rappresenta un grande problema, principalmente perche il layout del controller del Nintendo 64 non era “tradizionale”, per cui alcuni dei comandi offerti nei titoli della console presenti nel pacchetto, non hanno molto senso perché diversi da quelli presenti sui Joy-Con di Switch. Sarebbe stato molto più semplice permettere agli utenti di scegliere la propria configurazione dei tasti, ma attualmente questo non è permesso.

nintendo switch online expansion pack

Insomma, in poche ore dall’esordio dell’upgrade, i fan stanno già facendosi sentire nei confronti della casa di Kyoto. Se la storia videoludica ci ha insegnato qualcosa però, è che Nintendo non è un’azienda che abbia mai proposto importanti aggiornamenti e migliorie per quanto riguarda i propri servizi online, anche se visto che l’esperienza di gioco sembra essersi rivelata piuttosto ostica per tutti, potrebbe effettivamente decidere di intervenire con un bug fix.

Nintendo Switch Online Expansion Pack costa 39.99 euro per dodici mesi di abbonamento: il doppio del prezzo del pacchetto “base”, e oltre quella annuale non sono previste altre tipologie di sottoscrizione. E voi siete abbonati al nuovo servizio di Nintendo? Avete riscontrato problemi?

(Fonte: Game Rant)

Diplomato al liceo classico e all'istituto alberghiero, giusto per non farsi mancare niente, Gabriele gioca ai videogiochi da quando Pac-Man era ancora single, e inizia a scriverne poco dopo. Si muove perfettamente a suo agio, nonostante l'imponente mole, anche in campi come serie TV, cinema, libri e musica, e collabora con importanti siti del settore. Mangia schifezze che lo fanno ingrassare, odia il caldo, ama girare per centri commerciali, secondo alcuni è in realtà il mostro di Stranger Things. Lui non conferma né smentisce. Ha un'inspiegabile simpatia per la Sampdoria.