NisiOisiN, autore di light novel di successo e non solo

NisiOisiN: un nome palindromo e stilizzato appositamente, per rendere identificabile lo scrittore di alcune delle light novel più famose degli ultimi vent’anni. Non solo, questo autore ha saputo distinguersi anche come sceneggiatore di manga shonen e seinen, comparsi sulle migliori riviste di settore (prima fra tutte ovviamente Weekly Shonen Jump), e ha collaborato con grandi mangaka che hanno saputo dare vita ai suoi personaggi affascinanti e memorabili, portandoli a ottenere anche tante trasposizioni animate.

nisioisin

Parole e concetti

Le opere di NisiOisiN presentano caratteristiche ricorrenti, sintomo del suo metodo di lavoro estremamente influenzato dal suo piacere personale, che riguardano non solo i personaggi, l’intreccio o i contenuti morali ma anche la lunghezza delle opere stesse. Quando si pensa a NisiOisiN, infatti, non si può non pensare subito alla sua Monogatari Series: iniziata nel 2006 e oggi giunta al ventottesimo volume, è ancora in corso e in tutti questi anni ha ricevuto anche diversi adattamenti anime.

Anche in Italia abbiamo potuto godere di questo e altri suoi titoli, più o meno lunghi, ma comunque in grado di generare la giusta suspense e sete di adrenalina e scoperta. Ciò che contraddistingue di più manga e light novel di NisiOisiN sono, infatti, innanzitutto le battaglie, violente e sanguinarie, con armi o a mani nude, senza esclusione di colpi e inganni e questo implica la presenza di personaggi dalle fattezze e capacità più disparate, spesso in grado di reggere sia lo sforzo fisico che quello mentale: una bella ragazza come Medaka Kurokami può essere capace di distruggere un muro, così come l’energumeno contro cui combatte oppure un bambino anonimo (come il protagonista di Shonen Shojo) può avere una maturità psicologica pari a quella di un adulto, tale da escogitare piani omicidi senza remora alcuna.

nisioisin

Nonostante alcuni pesanti cliché, NisiOisiN rende unici i suoi personaggi e le sue storie soprattutto attraverso due aspetti fondamentali: l’uso delle parole e i concetti che caratterizzano le persone o l’intero mondo in cui si muovono, nel quale spesso e volentieri si verificano fenomeni sovrannaturali di cui in pochi sono a conoscenza.

I nomi dei personaggi sono spesso giochi di parole oppure vere e proprie reference culturali: il cognome della protagonista di Bakemonogatari, Senjougahara, per esempio, è anche il nome del luogo in cui si racconta si svolse la battaglia fra due divinità. Tuttavia, NisiOisiN non si limita ai soli nomi, la sua fantasia e arguzia nell’uso delle parole si possono osservare anche nei modi di fare e di parlare dei suoi personaggi: un esempio pratico lo offre Misogi Kumagawa, un antagonista in Medaka Box, la cui parlata viene sempre “messa tra virgolette”, espressione che in giapponese può anche indicare qualcuno che “se la tira” e cerca di fare impressione sul prossimo, descrivendo così parte del carattere del ragazzo. Non solo, coerentemente con la tradizione giapponese, secondo cui alcune parole hanno un potere intrinseco (le cosiddette kotodama), sempre in Medaka Box possiamo riscontrare l’effetto che hanno, tra gli altri, sul corpo della protagonista, che le sfrutta per potenziarsi temporaneamente attraverso un maggior flusso di sangue nei muscoli.

La mente eclettica e creativa di NisiOisiN, però, non si limita alle capacità dei singoli personaggi e dà il meglio quando alle parole viene sommata la costruzione di mondi in cui i core concept vengono strutturati in modo dettagliato e specifico. Le cosiddette Anormalità, ad esempio, dominano il mondo di Medaka Box e di conseguenza relazioni, scontri e intrecci tra gli studenti della scuola frequentata dalla protagonista. In particolare si dividono secondo due poli e quelle “negative” arrivano anche a superare le leggi della fisica e della logica, rendendo dunque le battaglie interessanti proprio in virtù della loro esagerata eccezionalità. Un concetto simile sono le Apparizioni nella serie Monogatari, spesso riconducibili a emozioni umane e legate a miti e leggende che le tengono “vive”, pur non essendo forme di vita vere e proprie.

nisioisin

Infinite possibilità tra collaborazioni e temi di grande respiro

NisiOisiN, perciò, si diverte da lungo tempo ormai a mescolare, confrontare e sviscerare reale e sovrannaturale, duraturo ed effimero, forza bruta e forza psicologica, pura malvagità e sincero disinteressamento, parole e concetti astratti.

Questi dualismi si moltiplicano per mille nel momento in cui vengono rappresentati da fior fiore di mangaka che, grazie alla loro esperienza, sanno cogliere al meglio tali unicità. Tra questi si distingue Akira Akatsuki, che si è occupato di Medaka Box ma anche di altre mini serie come Shonen Shojo o Zodiac War – Juuni Taisen, nelle quali vi sono contrasti fisici ma soprattutto psicologici che mettono in opposizione costante alcuni personaggi, come accade in praticamente ogni opera di NisiOisiN, che studia apposta per ciascuno dei background in grado di fornire le giuste motivazioni alla loro causa.

Altra collaborazione degna di nota è ovviamente quella svolta con Tsugumi Ohba e Takeshi Obata: con quest’ultimo in particolare è interessante il manga one-shot creato per la raccolta Oogiri, dove si parla dell’esistenza del paradiso e di come sia possibile o meno raggiungerlo in base al proprio grado di virtù.

Alla luce di questa storia breve, è chiaro che NisiOisiN si rivela essere la mente ideale da mettere all’opera sul mondo di Death Note, con la stesura del romanzo Another Note: The Los Angeles BB Murder Case, in cui ricompare il personaggio di Naomi Misora che si occupa del caso di Beyond Birthday, riprendendo i temi del manga di Death Note e ampliandone le prospettive e l’universo già ben congeniato da Ohba e Obata.

La fantasia di NisiOisiN, insomma, arriva a toccare argomenti e aspetti particolari che possono scatenare controversie e dibattiti intensi e appassionanti, ai quali sia i personaggi che il lettore stesso sanno già non verrà trovata una soluzione definitiva, perché semplicemente sono gli stessi dilemmi che l’uomo ha da sempre o ha iniziato a porsi con lo sviluppo della tecnologia e della società. Potenzialmente, le idee per nuove storie ed elucubrazioni potrebbero essere infinite e a questo punto speriamo che in NisiOisiN non si spenga mai la scintilla creativa con cui è capace di ragionare, insieme a colleghi mangaka di grande rilievo, su alcune delle più grandi domande esistenziali e sulle potenzialità ancora inesplorate dell’essere umano.

Torinese, classe '94, vive dal 2014 a Treviso e si è laureata all'università Ca' Foscari di Venezia in lingua e cultura giapponese, con la fatica e il sudore degni di un samurai. Spende e spande nella sua fumetteria di fiducia comprando manga, graphic novel e fumetti vari; inoltre è appassionata di giochi da tavolo, tra i quali non manca di provare anche quelli a tema Giappone. Entra in Stay Nerd nel luglio 2018 e qui comincia la sua prima esperienza come redattrice e caposezione anime e manga, nella quale cerca di trasmettere il proprio interesse per la cultura e le tradizioni giapponesi grazie alle conoscenze acquisite. Dal 2019 è anche host del podcast di Stay Nerd Japan Wildlife.