Come vi abbiamo raccontato, il sequel di Independence Day è ufficiale, e si chiamerà Resurgence. La pellicola però non vedrà il ritorno di Will Smith nei panni di Steven Hiller e fino a poco fa i motivi sembravano sconosciuti e la cosa aveva dato adito a una serie di speculazioni e rumors.

In un’intervista a Cinemablend è però il regista del film, Roland Emmerich, a mettere fine ai dubbi sulla scelta dell’attore.

All’inizio infatti l’attore si era mostrato entusiasta di lavorare al progetto, ma poi si è gradualmente stufato dell’idea di un sequel ed ha iniziato a lavorare ad un altro film di fantascienza, After Earth, insieme al figlio e se n’è definitivamente tirato fuori.

Ecco le parole del regista:
“All’inizio ero davvero deluso, ma poi un paio di amici mi hanno fatto capire che sarebbe potuta essere l’occasione per creare qualcosa di diverso e nuovo, e alla fini me ne sono convinto anch’io. Mi ci sono voluti tre anni e alla fine ci sono riuscito. Abbiamo dovuto orchestrare la scomparsa di Will Smith dal film, ma non volevo buttarla via in malo modo. L’abbiamo gestita molto rispettosamente e lui è ancora parte di questo universo. In qualche modo è un passaggio di consegne tra la vecchia e la nuova generazione».

Il film vedrà la luce a giugno 2016, voi lo aspettate?
Come state vivendo l’allontanamento di Will Smith?

No more articles