“Una manifestazione che promuove con coraggio e fatica la cultura”: la sedicesima edizione di Più libri più liberi apre le porte nella Nuvola di Fuksas

Roma Convention Center – La Nuvola, 6-10 dicembre 2017

Leggere ha a che fare con la libertà e con gli spiriti liberi. E con la speranza. Appunto “Più libri, più liberi”. È con queste parole del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che si è inaugurata oggi la sedicesima edizione della Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria Più libri più liberi, l’evento editoriale più importante della Capitale dedicato esclusivamente all’editoria indipendente, promossa e organizzata dall’Associazione Italiana Editori (AIE) nella nuova sede del Roma Convention Center La Nuvola, il centro congressuale progettato da Massimiliano e Doriana Fuksas e gestito da Roma Convention Group.  “Quest’anno – prosegue il messaggio inviato dal Presidente a Più libri più liberiun numero maggiore di editori partecipa alla fiera in una nuova prestigiosa sede: la Nuvola. Anche questo è segno del successo di una manifestazione che promuove con coraggio e fatica la cultura”.

Ad inaugurare la manifestazione, il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo Dario FranceschiniOggi assistiamo all’incontro tra due belle storie: da una parte quella della Nuvola, che sembrava l’ennesima opera incompiuta e invece è diventata il simbolo di un’Italia che investe sul futuro, dall’altra Più libri più liberi, che guarda al domani con rinnovata fiducia”.

Bisogna continuare a investire sul futuro” ha proseguito il Ministro, lodando “la forza straordinaria dei piccoli editori, persone che lavorano con convinzione e passione e meritano tutto il sostegno delle istituzioni”.

Dell’importanza dei libri ha parlato Lidia Ravera Assessore alla Cultura e alle Politiche Giovanili della Regione Lazio: “Le persone che non leggono vanno aiutate come dei malati, perché il libro è uno strumento per vivere meglio. Quale luogo migliore di una Nuvola per festeggiare questa banda di sognatori che ancora credono nella letteratura e nella parola che dura e che circola? Si, siamo dei sognatori. E questo è il nostro posto”.

Luca Bergamo, Vicesindaco con delega alla Crescita Culturale di Roma Capitale, ha invece sottolineato come la fiera sia “uno dei momenti più importanti della vita culturale della città e del Paese. È bello – ha proseguito Bergamo – che attraverso i libri i cittadini scoprano la Nuvola. È importante che la Capitale sia non solo un luogo in cui si conserva il patrimonio culturale dell’antichità, ma anche una città dove si crea nuova cultura. Un grande evento ha senso proprio se innesca un meccanismo di cambiamento virtuoso nell’ambiente che lo circonda. E questo è il caso di Più libri più liberi, un appuntamento sempre più internazionale”.

Essere qui oggi è un grande motivo di orgoglio” ha dichiarato il Presidente dell’AIE Ricardo Franco Levi. “L’editoria è la più grande industria culturale del Paese e i piccoli e medi editori rappresentano un buon terzo del totale. L’Aie – ha proseguito Levi – è la casa di tutti gli editori, grandi e piccoli. Non è privo di significato il fatto che ci troviamo nella Nuvola: in inglese si chiama ‘cloud’ ed è il simbolo dell’innovazione e della tecnologia. Oggi questo significa che il libro è capace di vivere al passo con i tempi”.

Grande soddisfazione è stata espressa anche dalla Presidente di Più libri più liberi Annamaria Malato: “Oggi la piccola editoria diventa grande, grazie a una manifestazione che ha finalmente un respiro internazionale. Il programma è davvero straordinario: nei prossimi giorni verranno qui a parlare i principali protagonisti della cultura, dell’attualità, della politica e del giornalismo”.

I protagonisti di Più libri più liberi sono, naturalmente, i piccoli e medi editori e come ha ricordato Diego Guida, Presidente del Gruppo Piccoli editori di AIE, “la fiera è un’occasione importantissima per rendersi visibili e per far conoscere i propri cataloghi. Ma sarà anche un luogo di confronto e di discussione per trovare nuovi e innovativi strumenti di crescita per il settore”.

Una manifestazione che ha, infine, anche un particolare significato per il luogo che la ospita, come ha sottolineato l’Amministratore delegato di Eur Spa Enrico Pazzali: “La Nuvola ha avuto una storia complessa. È stato una scelta ben precisa aprire la struttura con un evento sui libri.  Per la società Eur Spa questa è un’occasione per rinascere e per presentarsi al mondo con i valori che la contraddistinguono: cultura, bellezza e legalità”.

   

Tra gli appuntamenti di domani, giovedì 7 dicembre:

Molto atteso l’incontro su Legalità e Sport con il capo della Polizia Franco Gabrielli e il presidente del Coni Giovanni Malagò (ore 10.00, sala La Nuvola). Saranno presenti gli atleti Roberto Cammarelle, medaglia d’oro nella boxe, e Elisa Di Francisca, oro nel fioretto.

Dedicato ai ragazzi l’incontro Scrittori del ‘900, con la presentazione dei libri: Italo Calvino. Lo scoiattolo della penna di Giorgio Biferali, e Giuseppe Tomasi di Lampedusa: Il Gattopardo raccontato a mia figlia di Maria Antonietta Ferraloro (alle ore 10.30, Sala Elettra). Per i più giovani e per gli amanti del fantasy, appuntamento con Licia Troisi, che parlerà de Il fantasy e le sue eroine (alle ore 11.15, sala La Nuvola).

A cura de “Il Messaggero” l’incontro tra Romano Prodi e Virman Cusenza dal titolo: La mia vita, i miei libri (ore 12.30, sala La Nuvola). Alla stessa ora (sala Luna), l’incontro: Che cosa può fare davvero la politica per la cultura? E la cultura per la politica? Con Lidia Ravera e Nicola Zingaretti, sollecitati da Marino Sinibaldi.

Di particolare interesse anche l’incontro sicurezza e democrazia con il ministro dell’Interno Marco Minniti, intervistato dal direttore dell’Espresso Marco Damilano (ore 14.30, sala La Nuvola).

Alla stessa ora, alla sala Luna, l’incontro a cura di Sky Indipendenza dagli stereotipi narrativi: il caso Gomorra in tv, con gli sceneggiatori della serie Leonardo Fasoli e Maddalena Ravagli.

Modera Flavio Natalia.

Si discuterà della lotta per i diritti dei gay con la presentazione del libro Franco e Gianni 14 luglio 1964 di Roberta Fontana e Stefano Peiretti, alla presenza del protagonista Gianni Reinetti e con interventi della Ministra dell’Istruzione, dell’università e della ricerca Valeria Fedeli, della Senatrice Magda Zanoni, della Sindaca Chiara Appendino, di Alessandro Battaglia e Patrizia Senatore (alle ore 15.00, Sala Vega).

Si passa poi alla scoperta dei segreti delle montagne più belle del mondo con la presentazione di Sulle Dolomiti con Lonely Planet insieme a Denis Falconeri, Piero Pasini, Marcella Morandini e Piero Badaloni alle ore 15.30 in sala Venere.

A parlare della Costituzione come baluardo della legalità interverrà il magistrato e costituzionalista Giovanni Maria Flick, partendo dal proprio libro: Elogio della Costituzione, insieme a Romano Cappelletto e a Silvia Truzzi (alle ore 17.30, sala Luna).

Sempre alle 17.30 (Sala Polaris) l’ex Ministro dell’Economia Vincenzo Visco, autore del libro Consapevoli evasioni, discuterà di evasione fiscale con Silvia Giannini e con Giuseppe Pisauro.

Alle 18.30 Tommaso Cerno e Maurizio Ferraris dialogheranno con Angelo Aquaro in un incontro dal titolo: Manuale anti Fake (Sala La Nuvola, a cura di “La Repubblica”) mentre alla stessa ora (sala Polaris) Andrea Giardina, curatore di una importante Storia mondiale dell’Italia, attraverserà assieme a Mario Calabresi cinquemila anni di storia.

Giancarlo De Cataldo torna a raccontare il crimine ripercorrendo alcuni dei delitti più efferati della storia italiana e internazionale nel libro fotografico Un fitto mistero, nell’incontro dal titolo: Più libri tra parole e immagini (alle ore 18.30, sala Luna).

Molte le testimonianze di amici e colleghi per l’omaggio al poeta Valentino Zeichen, a un anno dalla sua scomparsa. Con letture di Edoardo Camurri, Claudio Damiani, Elido Fazi, Angelo Guglielmi, Marco Lodoli, Stefano Malatesta, Paolo Mauri e Renato Minore (alle ore 19.00, sala Vega).

Il programma professionale darà spazio ai  (nuovi) canali di vendita dei libri nell’incontro Come scelgo dove comprare un libro, a partire un’indagine realizzata da  Pepe Research (alle ore 14.30, Aldus Room). Fiere e festival come occasione di promozione culturale saranno al centro anche di Politiche culturali europee a confronto in cui interverranno Mireille Berman, Romano Montroni, Enrico Turrin e Bernadette Vincent, introdotti da Diego Guida (ore 10.30, Aldus Room).

Sul versante della vendita dei diritti a produttori cinematografici, televisivi o di videogiochi l’incontro che detta le linee guida per orientarsi è Vediamo libri e leggiamo film. Proporre diritti ai produttori cinematografici o televisivi è un’altra cosa (alle ore 11.30, Aldus Room).

No more articles