Ecco i bonus per il pre-ordine di Resident Evil Village su Google Stadia

Google ha svelato l’arrivo di Resident Evil Village su Stadia, rivelando anche quali saranno i bonus per il pre-ordine del gioco. L’annuncio è giunto tramite le pagine social dedicate a Stadia. Tra questi abbiamo avuto anche il canale YouTube della piattaforma di gioco di Google. Potete vedere il video qui di seguito.

“Prenotando Resident Evil Village per Stadia, riceverete Stadia Premiere Edition gratuitamente. Si tratta di un controller di Google Chromecast Ultra che potrete utilizzare per giocare sulla vostra TV. Ovviamente potrete anche giocare a Resident Evil Village su tutti i vostri schermi su laptop, telefono e tablet.

Resident Evil Village arriverà su Stadia il 7 maggio. Preordinate ora e giocate a uno dei giochi più attesi dell’anno nell’istante in cui verrà lanciato, senza download o installazioni di cui preoccuparsi. Non far aspettare i Lycan”.

resident evil village stadia

Il nuovo titolo di Capcom, che proseguirà la storia di Ethan Winters, arriverà il 7 Maggio del 2021. Durante lo Showcase è stato anche confermato che, oltre all’uscita del titolo su PS5, Xbox Series X, S e PC, Village uscirà anche per PS4 e Xbox One e offrirà aggiornamenti gratuiti sulle corrispondenti piattaforme di nuova generazione. Al pari di altri giochi, insomma, il titolo potrà darci un upgrade gratuito quando passeremo su Ps5 o Serie X.

Da quanto rivelato Village inizierà dove si era concluso lo scorso capitolo e vedrà Ethan costretto a farsi strada nel villaggio per raggiungere il castello. All’interno del titolo saranno contenuti elementi open world, una novità per il titolo che, a detta del producer, è stato ispirato fortemente dal quarto capitolo della saga.

Non resta dunque che attendere per scoprire cosa ci riserverà questo nuovo capitolo della saga di Capcom. Nel mentre, a voi la parola! Lasciateci un vostro commento!

Leggi anche:

Genovese, classe 1988. Laureato in Scienze Storiche, Archivistiche e Librarie, Federico dedica la maggior parte del suo tempo a leggere cose che vanno dal fantastico estremo all'intellettuale frustrato. Autore di quattro romanzi scritti mentre cercava di diventare docente di storia, al momento è il primo nella lista di quelli da mettere al muro quando arriverà la rivoluzione letteraria e il fantasy verrà (giustamente) bandito.