Dopo il licenziamento della scorsa settimana di James Gunn da parte di Disney, Rian Johnson ha cancellato circa 20mila tweet dal proprio profilo.

La scorsa settimana alcuni attivisti hanno rinvenuto dei tweet pubblicati dal regista su tematiche delicate come lo stupro e l’immigrazione, scatenando così una rivolta che ha portato come risultato al licenziamento di Gunn dalla Disney. Nei giorni seguenti, numerosi attori della famiglia di Guardiani della Galassia si sono schierati con il regista per difenderlo.

Poche ore fa Rian Johnson, regista di Star Wars: Gli Ultimi Jedi, ha eliminato migliaia di tweet fino ad arrivare a 1126 post quando ne vantava poco più di 23mila; ciò non vuol dire che il regista abbia qualcosa da nascondere.

Molto probabilmente il caso Gunn ha creato un precedente che ha scosso tutti i registi del mondo a tal punto da evitare in tutti i modi un licenziamento dalla propria casa produttrice.

Fonte: Cosmic Book News

No more articles