A quanto pare, un anonimo cracker russo è riuscito a raggirare la protezione offerta da Denuvo per Rise of Tomb Raider.

Il direttore commerciale del sistema di protezione, Thomas Goebl ha commentato così l’accaduto:

“Attualmente non esiste un modo di pubblico dominio per violare la nostra protezione e tutti i file che stanno circolando sul web in queste ore sono falsi. Denuvo è difficile da crackare ma non nego che sia comunque possibile violarlo, nulla è impossibile ovviamente. Il nostro obiettivo è fare in modo che i giochi non possano essere piratati nella finestra di lancio e direi che in questo senso abbiamo sempre lavorato molto bene.

Che ne pensate?

(Fonte: PCGamesn)

No more articles