Tra le cose più riuscite di Rogue One: A Star Wars Story c’è senza dubbio la scena finale di Darth Vader, che nell’ultimo atto del film di Gareth Edwards ha regalato ai fan un momento memorabile, capace di sfruttare al massimo il potenziale del personaggio in una manciata di minuti.

Parlando però con Fandango, Edwards ha rivelato che la cosiddetta “Walk of Death” avrebbe dovuto essere molto diversa rispetto al modo in cui tutti noi l’abbiamo conosciuta e apprezzata.

Queste le parole del regista: «In origine, Vader arrivava e obliterava le navi Calamari, mentre il corridore riusciva a scappare appena in tempo». In corso di post-produzione, però, le cose sono andate diversamente: «Jabez Olssen [montatore] mi ha detto “credo ci sia bisogno di avere Darth Vader su quella nave”. Ho pensato subito fosse una brillante idea e che avrei amato anche io vederlo in azione, anche se non ce lo avrebbero mai lasciato fare. Era un numero davvero grande e avevano una cosa come 3 o 4 mesi prima della release. Allora è arrivata Kathy [Kennedy] e Jabez ha subito pensato “fanc*ulo”, ma l’idea le è invece piaciuta. Improvvisamente, ci siamo ritrovati nel giro di due o tre settimane ai Pinewood Studios per girare quella scena».

(fonte: Fandango.com)

No more articles